L'ex moglie di Eminem arrestata (di nuovo)

L'ex moglie di Eminem arrestata (di nuovo)
A distanza di alcuni mesi dal suo primo fermo, Kimberly Mathers, l’ex moglie di Eminem, è stata nuovamente arrestata. La donna è stata bloccata dalla polizia, in seguito ad una soffiata, presso un albergo di Ann Arbor, Michigan. Lo scorso 9 aprile Rockol riportava la notizia che il giorno precedente era stato emesso dalle autorità USA un formale mandato d'arresto per Kimberly; la donna non aveva fatto ritorno nel centro presso la quale era in cura per tossicodipendenza. La ventottenne era stata condannata lo scorso gennaio a due anni di reclusione, con la condizionale, perché trovata in possesso di cocaina. Due mesi dopo, la storia si ripete: l’ex moglie di Em non aveva più fatto ritorno in clinica. Kim, dopo l’arresto, è stata consegnata all’ufficio dello sceriffo di Macomb. Al momento non è chiaro se la donna si trovi attualmente in carcere.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.