Medimex 2014: 'Coltiviamo il domani della musica italiana. E per il futuro...'

C'è una proiezione della planimetria della fiera del Levante di Bari che ospiterà la prossima edizione del Medimex, quella in programma tra i prossimi 30 ottobre e primo novembre, alle spalle di Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds, e del governatore della regione Nichi Vendola, che oggi a Milano hanno presentato alla stampa l'happening musical-industriale che da quattro anni a questa parte richiama sulle sponde del basso Adriatico artisti, addetti ai lavori e appassionati dall'Italia e da tutto il mondo. "E' quasi un ettaro", racconta fiero Princigalli, "Uno spazio dove cerchiamo di coltivare il domani della musica italiana". Un'opera che parte proprio da dove spesso la musica, soprattutto quella internazionale, non passa: "Proprio per questo abbiamo deciso di centrare sulla musica dal vivo e sul rapporto con l'industria i cardini di questa edizione", spiega: "C'è una grande richiesta di musica, ma mancano le infrastrutture. Noi siamo la dimostrazione che questa impasse si può superare".

E a portare i propri attestati di stima, a circa un mese dall'apertura delle porte del padiglione espositivo, ci sono Cristina Donà, che a Bari presenterà dal vivo il proprio nuovo album ("autoprodotto, perché - pur avendo avuto ottime esperienze sia in ambito indie che major, ho pensato che fosse inutile fare conto su un anticipo che ormai è tutto meno che garantito"), e Tania Sachs, fedelissima portavoce di Vasco Rossi, che all'happening pugliese incontrerà la stampa in vista della pubblicazione dell'ideale successore di "Vivere o niente": "Lui ha scelto il Medimex proprio perché è rimasto forse l'unico posto dove si parla di musica", precisa la Sachs, mentre la Donà ringrazia gli organizzatori, "perché oltre ai reality, contro i quali non ho niente di personale, è necessario che la musica esca da un circuito ormai chiuso solo a artisti e Web: chi, come me, da anni è impegnata per nobilitare la canzone, deve ringraziare il Medimex di esistere".

"E' necessario interrompere il circolo vizioso tra fruizione passiva e divismo", osserva Nichi Vendola, che con Puglia Sounds ha lanciato la sua regione sulle ribalte internazionali con iniziative come Hit Week e Puglia Stage (allo Sziget Festival): "E' tempo che il pubblico entri in contatto fisico con gli spartiti e gli strumenti. La musica va vissuta, e il Medimex ha proprio questa funzione. E, cosa ancora più importante, porta la nostra regione all'attenzione del pubblico internazionale: far passare l'immagine stereotipata fatta di taranta e bel mare agli americani, che sono a mezz'ora di volo dai Caraibi, non ci interessava. Molto meglio contare su un'offerta composita, che integri alle ricchezze storico-culturali e naturalistiche del nostro territorio anche musica e tecnologia".

Grande attenzione - e la lista degli incontri professionali lo dimostra - verrà riservata al Web, all'informatica e all'innovazione, con una vera e propria farm di maker e sviluppatori che durante la tre giorni assemblerà, praticamente in diretta, applicazioni e software che un domani potremmo ritrovare sui dispositivi che utilizziamo tutti i giorni: "Il processo è reversibile", spiega Princigalli, "Il nostro mercato interno, soprattutto quello musicale, è asfittico. Il Medimex da una parte proietta la nostra regione sulla ribalta mondiale, permettendo la creazione di sinergie che in futuro potrebbero ridare slancio alla nostra crescita, e dall'altra porta a Bari, in Italia, gli attori principali e i protagonisti del panorama musical-tecnologico mondiale".

Ci tiene, Antonio Princigalli, a sottolineare il carattere pubblico dell'iniziativa: "In passato ci è capitato di collaborare con entità terze (come il MEI, che la prima edizione del Medimex ospitò presso i suoi spazi, ndr), ma preferiamo avere una nostra identità totalmente autonoma che non porti i privati a interferire con quelle che sono le nostre scelte". Il mandato del governatore, però, è in scadenza, e sul futuro di Medimex e Puglia Sounds potrebbero addensarsi nubi minacciose: "L'intelligenza politica prevede anche che la creazione sopravviva al suo creatore", puntualizza Princigalli, "Abbiamo già creato fondi cuscinetto in bilancio, grazie a sovvenzioni europee che ci permetteranno di non pesare sulle tasche dei contribuenti, perché l'edizione del 2015 possa essere considerata in sicurezza". "Chi fa il mio lavoro sa che accanto al concetto di costruzione c'è anche quello di distruzione: in politica succede", ribatte Vendola, che pure di timori non ne mostra: "Per i suoi presupposti, il Medimex è un evento praticamente inattaccabile: rinunciarvi in nome di un mandato sarebbe un atto di autolesionismo puro".

Medimex è un progetto Puglia Sounds promosso dalla Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo nell’ambito del Programma Operativo FESR (Fondo Europeo Sviluppo Regionale) Asse IV attuato dal Teatro Pubblico Pugliese con il sostegno di Assessorato allo Sviluppo Economico, Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l’Innovazione, Servizio Internazionalizzazione. Medimex si inserisce nell’ambito delle azioni del Teatro Pubblico Pugliese nel progetto “I.C.E. Innovation, Culture and Creativity for a new Economy”, Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.