Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 15/06/2004

Ben Harper: 'Il mio nuovo disco? Forse il mio lavoro migliore'

Ben Harper: 'Il mio nuovo disco? Forse il mio lavoro migliore'
Un album dal sapore gospel. E’ quello di Ben Harper che, in una bella giornata romana, a sorpresa, ha presentato il suo nuovo lavoro. Il Cd uscirà a metà settembre e - forse - inculderà una dedica a Ray Charles, scomparso recentemente. Charles era uno degli artisti preferiti dei suoi genitori. "Un giorno mi trovai su un palco a un suo concerto – racconta - L'organizzatore mi disse: vuoi conoscere Ray? Io gli risposi di no perché non mi sentivo degno, visto che avevo inciso solo un disco. Ray Charles, insieme a Marvin Gaye, Sam Cooke e Otis Redding, rappresenta un pilastro della musica". Pentito di non avergli stretto la mano? "Sì, perché l’avrei potuto raccontare ai miei nipotini. Invece…"
Il nuovo album è nato per caso. E’ stato inciso in otto giorni. "E’ stata una sorta di chiamata, come se fosse gia’ tutto scritto", spiega Ben. Molti particolari di questo lavoro sono ancora vaghi, titolo compreso. Forse prenderà il nome dal singolo che uscirà a breve: "There will be a light". Le canzoni saranno 11 e cinque vedranno la partecipazione dei Blind Boys of Alabama, una storica band di gospel anni '40. "Sono orgoglioso di questa collaborazione, hanno un modo straordinario di cantare. Ci siamo gia’ incontrati nel ’99, al festival di New Orleans, ed è nato un feeling fantastico".
Quale la canzone che gli piace di più di questo album in uscita? "Mi piacciono tutte: è sicuramente uno degli album migliori che io abbia mai fatto". Due parole poi su quello che ascolta – tra la musica attuale. "Nora Jones è soul puro. Mi piaccono anche Strokes e White Stripes". E di italiano chi conosce? "Qualcosa di Jovanotti ed Elisa, ma non conosco tanto la vostra musica", risponde. Con chi invece gli piacerebbe collaborare? "Senza dubbio con Bruce Springsteen e Bob Dylan".
Ben Harper si trova a Roma per una mini vacanza. "Amo tanto questa città", confessa. E’ con la moglie (l’attrice Laura Dern) e i loro tre bambini. Ma non sono soli. Con loro ci sono almeno una ventina di persone, quelle che lo accompagnano durante i concerti. La pausa dal lavoro è infatti breve: Harper suonerà al Neapolis e al Jammin' Festival (vedi News, Concerti).
Scheda artista Tour&Concerti
Testi