Nuovo album di Dave Davies (Kinks): 'Ho provato a lavorare con Ray, ma...'

Una foto simbolicamente strappata a metà, un rapporto da sempre problematico e conflittuale con il fratello maggiore Ray e ricordi vividi di quanto accadde 50 anni fa, quando i due nella loro casa di Muswell Hill, quartiere settentrionale di Londra, diedero inizio alla straordinaria avventura dei Kinks.

In un'intervista concessa ad Andy Greene di Billboard, Dave Davies racconta così la nascita del suo nuovo album solista "Rippin up time", il secondo in diciotto mesi, atteso nei negozi fisici e digitali il 28 ottobre. "E' un problema che abbiamo avuto tutta la vita", riflette a proposito della difficile convivenza con l'ingombrante fratello (che dei Kinks è sempre stato il principale autore di canzoni) e di quella foto strappata. "Ci avviciniamo, e poi qualcosa ci lacera e ci porta lontano". Con Ray, racconta, Dave ha anche provato a collaborare a una nuova canzone intitolata "In the old days", ma anche stavolta le cose non sono andate nel modo voluto: "Il nostro incontro è finito male, me ne sono andato amareggiato e ho finito per completarla con mio figlio Russ, che fa il dj e ama la musica elettronica. Ha fatto un gran lavoro: è la prima canzone rock che abbiamo mai inciso insieme". Il viaggio nella memoria di Davies Jr. è proseguito in brani come "Front room" (titolo provvisorio: "50 years ago"), omaggio a quella stanza ""in cui avevo il mio piccolo amplificatore verde, appena prima che realizzassimo 'You really got me' ".

Ispirato in parte all'interesse di Davies per la cabala ebraica e per gli scritti dell'occultista inglese Israel Regardie (segretario personale di Aleister Crowley), che lo hanno spinto a riflettere sul proprio passato e a usare la composizione delle canzoni come forma terapeutica, "Rippin up time" è stato registrato in gran parte a Los Angeles con il produttore David Nolte in appena sei settimane di lavoro in studio, nel corso delle quali i due hanno suonato quasi tutti gli strumenti. "Mi piace lavorare velocemente", ha detto Davies a Billboard. "Il desiderio è di affrontare un'idea quando vive e respira. Non volevo arrivare al punto di ascoltare le canzoni così tante volte da cominciare a rimettere in discussione quel che avevo fatto come mi è successo in passato".

Completamente ristabilito dall'infarto che lo aveva colpito nel 2004 mettendone seriamente in dubbio le possibilità di ripresa della carriera musicale, Dave Davies inizierà l'11 novembre un tour negli Stati Uniti in cui, promette, accanto a tre o quattro pezzi dal nuovo album suonerà anche i suoi classici antichi e recenti. "La gente vuole sentire canzoni come 'I am free', "A little bit of sunshine' e 'I'm on an island'. L'elenco potrebbe essere infinito, abbiamo tantissime canzoni tra cui scegliere". Non è ancora chiaro, al momento, se il chitarrista parteciperà alla reunion dal vivo dei Kinks annunciata per il 2015. 





 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.