NEWS   |   Pop/Rock / 20/09/2014

What a clip! Dayton e Faris, una coppia in regia

What a clip! Dayton e Faris, una coppia in regia


di
Mila Berardini

 

Chi l'avrebbe mai detto di trovare nell'olimpo dei registi di videoclip anche una coppia vera, nel lavoro e nella vita: parliamo di Jonathan Dayton e Valerie Faris.
Siamo in California alla fine degli anni Settanta e Jonathan studia film e televisione all'università, lì conosce Valerie, una studentessa di danza, che diventerà poi sua moglie e sua collaboratrice artistica.
Insieme hanno portato a termine un impressionante numero di lavori, tra video musicali, documentari, pubblicità e cortometraggi. Alcuni dei loro lavori sono stati prodotti direttamente dalla loro casa di produzione fondata nel 1998, la “Bob Industries”.
Il duo è attivo anche sul fronte cinematografico, infatti il loro film più famoso, "Little Miss Sunshine", ha vinto numerosi riconoscimenti internazionali ed ha riscosso grande successo tra il pubblico.
Nel campo dei video musicali i due registi hanno lavorato con artisti del calibro di Oasis, Red Hot Chili Peppers, Beastie Boys, R.E.M., Smashing Pumpkins, Britney Spears e Janet Jackson.
Nel 1996 lavorano assieme agli Smashing Pumpkins al videoclip del singolo “Tonight, tonight”, ispirato al film muto di Georges Méliès “Viaggio nella Luna”. Il video riscuote un grosso successo e trionfa agli MTV Video Music Award in ben cinque categorie: “Video of the year”, “Best Direction in a Video”, “Best Special Effects in a Video”, “Best Art Direction in a Video”, “Best Cinematographic in a Video”.

Smashing Pumpkins “Tonight, tonight”



L'anno seguente è il turno degli Oasis, Jonathan e Valerie si cimentano nella regia della clip musicale per il singolo “All around the world”. Ispirato dal film “Yellow Submarine” dei Beatles, si tratta del videoclip il più costoso mai realizzato finora per una canzone degli Oasis. Il video mostra la band all'interno di una navicella spaziale gialla che ruota attorno al mondo. La lavorazione del video in post produzione è stata molto laboriosa: per montare tutte le immagini con la band che esegue il brano dentro la navicella ci sono volute più di sei settimane. Fatiche premiate, dato che il videoclip ha ottenuto una candidatura anche ai Grammy Awards nella categoria “Best music video of the year”.

Oasis “All around the world”



Nel 2000 i due registi dirigono la clip realizzata per il singolo dei Red Hot Chili Peppers “Californication”, estratto dall'album omonimo. Il video è quasi interamente realizzato in computer grafica e ci propone la band sotto una nuova veste, rendendoli protagonisti di un videogioco surreale dedicato alla California.

Red Hot Chili Peppers “Californication”



Il 2001 è l'anno di Macy Gray e del singolo “Sexual revolution”. Volti famosi, annunci amorosi, curve pericolose e danze sfrenate per la famosa canzone, in cui la bella Macy ci ricorda di essere sempre morigerati...perchè lo dice, mentendo, anche la mamma!

Macy Gray “Sexual revolution”



L'anno dopo ritroviamo Dayton e Faris di nuovo impegnati con la band capitanata da Anthony Kiedis, stavolta alle prese con la regia del videoclip del singolo “By the way”, estratto dall'album omonimo. La clip racconta una storia che non c'entra niente con il testo della canzone e ci presenta la band alle prese con un tassista un po' fanatico... Una piccola curiosità: all’inizio del video, Kiedis entra nel taxi con un libro intitolato “Lexicon Devil”, la biografia di Darby Crash dei Germs. Lo stesso libro viene restituito dal tassista allo stesso Kiedis nel finale del videoclip di “Universally Speaking”, dato che scappando dal taxi l'aveva lasciato sul sedile posteriore dell'auto...

Red Hot Chili Peppers “By the way”


 

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi