Le promesse del Jammin' Festival: rock, dance, comfort e divertimento

Le promesse del Jammin' Festival: rock, dance, comfort e divertimento
Una serata dedicata al ballo, alla dance e all'elettronica, con Fatboy Slim, Massive Attack, Timo Maas e Alessio Bertallot a smanettare tra console e giradischi per far scaldare i muscoli al pubblico del festival ("Anche Imola avrà la sua notte bianca", scherza il promoter Roberto De Luca). Una di impronta decisamente rock, con gli attesi ritorni di Cure e Pixies contornati dalle esibizioni di Ben Harper & The Innocent Criminals, PJ Harvey e Starsailor. Una, infine, di taglio più pop e hip hop con Lenny Kravitz, Articolo 31, Mary J Blige, Caparezza e Nelly Furtado.
Il cartellone del settimo Jammin' Festival di Imola (18-20 giugno, nella consueta "location" dell'autodromo Enzo e Dino Ferrari) tiene il passo con i grandi appuntamenti europei della stagione estiva, coronando tutti (o quasi) i sogni di De Luca, promoter storico della manifestazione che oggi continua ad organizzare in veste di amministratore delegato della multinazionale Clear Channel. "Lenny Kravitz, Pixies, Massive Attack e Fatboy Slim sono in esclusiva nazionale", spiega. "A un certo punto avevo pensato di riprovarci con i Guns N' Roses, poi ho preso altre direzioni: per fortuna, visto che hanno cancellato l'ennesimo tour. Peccato invece per i Red Hot Chili Peppers: fossimo riusciti a incastrare una data, il festival sarebbe davvero decollato". Allo stato delle cose, invece, le prevendite sono inferiori rispetto all'anno scorso, quando la tre giorni attirò all'autodromo 100-120 mila fan. "Colpa della pioggia e del brutto tempo che invitano il pubblico a temporeggiare", secondo De Luca, "e di una situazione congiunturale non troppo favorevole neanche per la musica dal vivo, che penalizza soprattutto gli artisti stranieri. Ma contiamo di recuperare negli ultimi giorni".
In un mare di appuntamenti gratuiti finanziati da sponsor che vedono nella musica un elemento chiave delle loro strategie di comunicazione con il mondo "giovanile", il festival resta fedele alla sua formula di evento a pagamento. "E' giusto così", dice De Luca, "ma voglio sottolineare che il prezzo è estremamente contenuto (32 euro il costo del biglietto giornaliero, 50 per il sabato e la domenica, 68 euro per i tre giorni, sempre con l'aggiunta dei diritti di prevendita). E che al pubblico si offre un trattamento e una gamma di servizi unici in Italia, non solo dal punto di vista musicale". Tanto che alle tradizionali aree di ricreazione (chill out e sport village) si aggiungeranno quest'anno una "spiaggia" artificiale con bar e ombrelloni (2 mila metri quadrati interamente ricoperti di sabbia) e una "cool zone" con percorsi guidati di stimolazione dei cinque sensi, massaggi, tatuaggi e musica terapeutica: un "plus" destinato a rinforzare il vincolo di fedeltà con quella fetta di pubblico (oggi sarebbe un quinto circa degli spettatori) che al festival ci torna comunque ogni anno, indipendentemente da chi si esibisce sul palco.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.