Partito neozelandese usa canzone di Eminem per spot elettorale: lui gli fa causa

Partito neozelandese usa canzone di Eminem per spot elettorale: lui gli fa causa

Attraverso i suoi editori musicali, Eminem ha fatto causa al National Party neozelandese per l'uso non autorizzato di una sua canzone in una campagna politica. Accade di frequente che cantanti e musicisti si irritino per l'appropriazione "indebita" delle loro canzoni al fine di veicolare messaggi politici, ma in questo caso gli esponenti del partito locale di centrodestra, una delle due principali formazioni politiche del Paese australe, erano convinti di avere fatto tutto in piena regola. Gli emissari del National Party, infatti, avevano acquisito - pagandoli - i diritti di utilizzo del brano di Eminem prescelto, "Lose yourself", da Beatbox, agenzia specializzata in music licensing con sedi in Australia e a Singapore che a sua volta si era avvalsa dell'intermediazione della società degli autori locale Apra/Amcos. Ciò nonostante, secondo il portavoce degli editori Joel Martin, questi ultimi - vale a dire le società Eight Mile Style e Martin Affiliated - "non sono stati contattati per richiedere il permesso di utilizzare alcuna delle canzoni di Eminem per la campagna pubblicitaria". Di qui la richiesta di un risarcimento danni che - secondo il giurista esperto in copyright Chris Hocquard di Auckland, consultato dal New Zealand Herald - sarebbe dell'ordine di decine di migliaia di dollari neozelandesi.





Secondo Hocquard, il partito politico dovrebbe comunque avere a disposizione una scappatoia: contratti di licenza come questi, stipulati con professionisti e non con operatori truffaldini o improvvisati, prevedono solitamente tra le clausole la facoltà di rivalersi sull'intermediario chiedendogli un'indennità nel caso sorgano vertenze o complicazioni legali. "E' come se si fossero rivolti alla polizia", ha spiegato il giurista. "Sono andati da chi consideravano essere la controparte più sicura da cui acquistare musica in Nuova Zelanda". Beatbox non ha voluto per il momento replicare alle accuse, ma il coordinatore della campagna del National Party Steven Joyce (che nel frattempo ha smesso di utilizzare "Lose yourself" negli spot elettorali) ha avanzato il sospetto che l'iniziativa degli editori di Eminem abbia lo scopo di ricavare denaro e pubblicità dalla vicenda: "Buon per loro, ma contesteremo la loro azione in modo serio. Crediamo che non abbia alcun fondamento e sospettiamo che dietro ci sia una motivazione politica".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.