Altri inediti di Jeff Buckley nella ristampa di 'Grace' (a fine agosto)

Altri inediti di Jeff Buckley nella ristampa di 'Grace' (a fine agosto)
Dalle tasche apparentemente senza fondo della Sony e della madre di Buckley, Mary Guibert, saltano fuori altri inediti e rarità del talentuoso figlio d’arte scomparso appena trentenne il 29 maggio del 1997 quando, com’è noto, egli annegò nelle acque fangose del Mississippi a Memphis (vedi News): correderanno la versione rimasterizzata e “de luxe” di “Grace”, unico album di studio pubblicato in vita da Buckley che la Columbia/Legacy si appresta a ripubblicare il prossimo 23 agosto in versione doppia, CD+DVD (un trattamento analogo era già stato riservato all’EP “Live at Sin-é”, vedi News).
Ai dieci brani della sequenza originale di “Grace” verranno aggiunte per l'occasione altre tredici tracce audio: cinque sono cover registrate in solitaria da Buckley durante le registrazioni dell’album (“Lost highway” di Hank Williams, “Alligator wine” di Screamin’ Jay Hawkins, “Mama, you been on my mind” di Dylan, “The other woman” di Nina Simone e una medley tra gli “Parchman farm blues” e “Preachin’ blues”); un’altra cover, “Kanga-roo” dei Big Star, proviene dal disco promozionale “Peyote Radio Theater EP” così come un remix differente di “Dream brother”. Dello stesso brano sarà inclusa una versione con un testo diverso, inedita come la outtake “Forget her” e “Strawberry street”, una prova di studio del 1993 incisa in formazione a trio con basso e batteria. “I want someone badly” è una collaborazione con la punk band Shudder To Think registrata per la colonna sonora del film indipendente “First love, last rites”, mentre “Eternal life” e “Kick out the jams” (il celebre brano degli MC5) provengono da esibizioni dal vivo. Il DVD abbinato alla ristampa è invece tuttora in corso di lavorazione: conterrà sicuramente i clip di “Eternal life”, “So real”, “Last goodbye” e “Grace”, interviste con i musicisti della band e con altri protagonisti delle session di registrazione più, probabilmente, altro materiale filmato in studio e in concerto.
“Grace” uscì originariamente nel 1994: da allora ha venduto relativamente poco (584 mila copie negli Stati Uniti) e non ha mai scalato le classifiche di vendita (n. 149 la posizione più alta), ma è subito diventato un album di culto, immancabilmente citato da critici e musicisti come uno dei dischi rock più belli e influenti dell’ultimo decennio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.