NEWS   |   Industria / 27/05/2004

Guerra di charts: AFI e Musica e Dischi in alternativa a FIMI/Nielsen

Guerra di charts: AFI e Musica e Dischi in alternativa a FIMI/Nielsen
Si spezza il “monopolio” FIMI, sul fronte delle “charts” patrocinate dall'industria discografica: tra qualche giorno anche l'AFI, associazione storica di categoria che oggi rappresenta una fetta della discografia indipendente italiana, avrà le sue classifiche dei dischi più venduti, realizzate in collaborazione con il mensile specializzato Musica e Dischi.
I dettagli dell'operazione verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa indetta per domani, venerdì 28 maggio, presso la sede milanese dell'Associazione dei Fonografici Italiani. Ma alcune notizie sono già affiorate: le charts marchiate AFI (che delle classifiche di M&D si era già servita, informalmente, in passato) saranno cinque, tutte di 30 posizioni; quattro fornite direttamente da Musica e Dischi (album, singoli e radio, a cadenza settimanale e certificate dalla società Charts Marketing Agency; più una classifica degli album indipendenti diffusa con periodicità mensile), una compilata da Dance Directory (la “Top club” dei brani più programmati in discoteca). L'associazione di categoria le metterà a disposizione di media, enti istituzionali, punti vendita e altri operatori interessati.
Diversi i metodi di rilevazione (“scan” elettronico con penna ottica sul punto vendita per FIMI/Nielsen, interviste effettuate presso i rivenditori per M&D/CMA): e mentre FIMI paga il servizio fornito da ACNielsen (si parla di 150 mila euro all'anno), l'AFI avrà accesso gratuito alle classifiche di Musica e Dischi.