Billy Corgan, dubbi sul futuro degli Smashing Pumpkins

Billy Corgan, dubbi sul futuro degli Smashing Pumpkins

Conoscendo lui, e soprattutto la sua inclinazione alla boutade roboante prima dell'uscita di nuove fatiche in studio, è doveroso prendere questa ultima dichiarazione con le pinze, ma è altrettanto vero che Billy Corgan è un personaggio imprevedibile, capace di spiazzare anche dopo una quasi interminabile sequenza di falsi allarme: nel corso di un'intervista al Chicago Tribune, il frontman e ormai titolare unico degli Smashing Pumpkins ha accennato all'eventualità di mettere fine alla carriera del gruppo che guida dal 1988 dopo la pubblicazione dei due nuovi album programmati per il prossimo anno.

"Quando i lavori in studio saranno finiti, o mollerò gli ormeggi per far navigare questa nave come si deve, o mi troverò un'altra nave", è stata la metafora usata in prima battuta per esprimere il concetto: "Qual è il modo per dire ancora 'Conto qualcosa'? Quale il modo per farsi trattare come un contemporaneo dai contemporanei e non come uno dal quale ci si aspetta che suoni 'Siamese dream' (il secondo album del 1993, ancora oggi considerato uno dei più validi dell'intera produzione della band, ndr) per il resto della sua vita? A un certo punto devi decidere se continuare a combattere questa battaglia o andartene".

"Tornare insieme come Smashing Pumpkins porterebbe un sacco di gente a non aspettarsi altro che una reunion band", ha continuato Corgan: "Vorrebbe dire portare dal vivo una specie di greatest hits, davanti a un pubblico decisamente non incline a ascoltare nuova musica. Quello che vorrei spiegare ai tanti rimasti intrappolati in questo concetto di reunion - quello, per dire, che prevede tutti gli elementi originali della formazione - è che un gruppo è fondato su un'idea che che deve continuamente progredire e andare avanti".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.