Metallo scandinavo, quasi pronto il nuovo album di Mortiis su Earache

Sarà effettivamente la Earache Records, come anticipato da Rockol già lo scorso 27 gennaio, a pubblicare il nuovo album di Mortiis. Il troll norvegese ha scelto il titolo del successore di “The smell of rain” del 2001: il CD, che sarà in vendita a partire dal prossimo settembre, è stato battezzato “The grudge”. Il disco è stato registrato nell’arco di sei mesi presso i Silverstone Studios di Fredrickstad con, oltre a Mortiis (canto, sintetizzatori, programmazione), i chitarristi Levi Gawron ed Asmund Sveinunggar, più il batterista Leo Troy. Gli ultimi tocchi saranno apposti al Living Room di Oslo. Dieci i brani sul CD. Il tour europeo del musicista si svolgerà nel corso dell’autunno. Il vero nome di Mortiis, anche noto per le sue (finte) orecchie da pipistrello ed il suo (finto) naso da strega, è Håvard Ellefsen. Il musicista è nato il 25 luglio 1975 a Skien, Norvegia, ed inizialmente militò nei potenti Emperor.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
18 mar
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.