Comunicato Stampa: Secondo appuntamento con 'La musica e l'autore' al Leoncavallo

Comunicato Stampa: Secondo appuntamento con 'La musica e l'autore' al Leoncavallo
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Secondo appuntamento venerdì 14 maggio al C.S. Leoncavallo con LA MUSICA E L’AUTORE

Suoni e racconti tra globalizzazione, territorio ed identità locali Folk lombardo con i Polverfolk e cena tradizionale irlandese
Secondo appuntamento del mese con la rassegna dedicato alla musica popolare “LA MUSICA E L’AUTORE Suoni e racconti tra globalizzazione, territorio ed identità locali”, l’evento organizzato al c.s. Leoncavallo con l’AssociazioneCastalia che ha avuto inizio venerdì 7 maggio 2004 e si protrarrà nelle serate di venerdì 14, venerdì 21, sabato 22 e sabato 29 maggio, abbinando alla musica tradizionale i racconti e i sapori delle sue terre d’origine. Lo scopo della rassegna è quello di rivalutare la musica popolare e l’immensa ricchezza culturale e di tradizioni che attraverso la musica si tramanda di generazione in generazione, di regione in regione, spesso grazie anche al desiderio dei giovani di riappropriarsi di parte del loro passato e della loro storia.
Ogni appuntamento sarà dedicato ad una diversa regione italiana e la musica e il cibo saranno i testimoni di questa regione. Venerdì 14 maggio, protagonista la Lombardia gemellata con l’Irlanda, grazie alle sonate folk del gruppo lombardo Polverfolk, attivo da ben 25 anni, è capace di far rivivere con i suoi suoni malinconici e passionali le sensazioni di mare, vento, sole e nebbie, birra e whisky tipicamente irlandesi.
I Poverfolk nascono nel 1976 dall’incontro di un gruppo di amici decisi a creare un collettivo musicale, (da qui la sigla c.m. accanto al nome Polverfolk) che si facesse portavoce di un repertorio poco frequentato ma dalla particolare carica espressiva: la musica folk quale manifestazione più autentica dello spirito di un popolo. Partendo dalla musica popolare del Sud d’Italia arrivano presto ad innamorarsi della tradizione celtica, comprendendo soprattutto le musiche e le ballate tipiche dell'Irlanda di C. Moore dei Dubliners e dei Chieftains e della Bretagna di Alan Stivell e dei Malicorne. É una musica, quella celtica, in cui convivono elementi fantastici, assieme ad altri crudamente realistici, immagini poetiche con elementi tratti dal viver quotidiano, proprio perché non è mai stata un puro esercizio accademico di una élite. Il popolo si è invece espresso attraverso l'immediatezza di un linguaggio musicale che veniva tramandato per via orale, si modificava e si arricchiva di generazione in generazione, giungendo fino a noi con questa particolare varietà. Oggi POLVERFOLK è un’associazione culturale musicale con un progetto di formazione e coinvolgimento per le nuove generazioni a riproporre i brani più significativi delle tradizioni irlandesi, scozzesi, bretoni (canzoni, ballate, jigs, reels, hornpipes, andrò), rivisitandoli con la propria sensibilità latina senza presunzione o accademismi, anche per ricreare idealmente quell'unità culturale cui mirava il popolo celtico. Per eseguire le sue musiche utilizza da sempre gli strumenti tipici della tradizione celtica (whistle, bodhràn, spoons, bones, Higland bagpipe e Uillian pipe) dell'area europea (dulcimer, arpa ) e quelli mediterranei (fisarmonica, bouzouki e mandolino) oltre al violino, alla chitarra, al basso ed alle percussioni.
Ecco la numerosa formazione attuale: Dario Cecchin: Voce, Bodhran, Spoons; Paolo Dal Broi: Cittern, Mandola; Duilio Marzolino: Voce, Chitarra, Bouzouki, Basso; Augusto Gentili: Whistle, flauti; Alessio Lotti: Voce, Bodhran, Arpa celtica; Stefania Baita: Danza folk; Krishna Nagaraja: Violino,Voce; Roberto Rainaldi: Highland Bagpipe; Daniele Rigamonti: Bodhran, Bones, Percussioni , Danza folk; Adalberto Zappalà: Chitarra, Mandolino, Basso.
In oltre 25 anni d’attività il gruppo ha partecipato a moltissime Folk Kermesse, Festival e rassegne musicali ed ha pubblicato 5 dischi, di cui l’ultimo, un doppio album per festeggiare i 25 anni di attività “From the past to the present..... over twentyfive years” del 2002.
Anche questa sera per completare l’atmosfera popolar-tradizionale, cena tradizionale con specialità irlandesi. Di seguito il programma della altre serate della rassegna “La Musica e L’autore”.
Ci teniamo a precisare che l’incontro con Renato Curcio previsto per giovedì 20 maggio è saltato.
Venerdì 21 maggio 2004
Unione di tradizioni e di musiche di diverse regioni italiane
Ore 20 spazio cucina
“Cena tradizionale a sorpresa”
Ore 22 spazio Hemp Bar
Incontro con il gruppo
Ore 23 spazio Capannone
CONCERTO DE IL PAESE DELLE MILLE DANZE
Sabato 22 maggio 2004
SERATA SPECIALE DEDICATA AL SALENTO CICILEU! Leoncavallo Pizzicato!
Ore 20 spazio cucina
“Cena tradizionale dal Salento”
Ore 21 spazio Teatro
Spiaggia libera per Ronde, Pizziche e Tarante
Ore 22 spazio Hemp Bar
Incontro con Anna Nacci e Piero Fumarola Ore 23 spazio Capannone
CONCERTO DI OPA CUPA/CESARE DELL’ANNA
Sabato 29 maggio 2004
Ore 20 spazio cucina
“Cena tradizionale dalla Lombardia”
Ore 22 spazio Hemp Bar
Incontro con il gruppo + Proiezione
Film-documentario: DOICHLANDA di Giuseppe Gagliardi con Il Parto delle Nuvole Pesanti Ore 23 spazio Capannone
CONCERTO DEI LOMARDI I LUF + I CALABRESI IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI Ingresso con sottoscrizione
Informazioni al pubblico: C.S. Leoncavallo – Via Watteau 7 -Tel. 02 6705185 info@leoncavallo.org www.leoncavallo.org
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.