Rockol Awards 2021 - Vota!

Comunicato Stampa: Clara Moroni in concerto all'Indian's Saloon

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


CLARA MORONI
IN CONCERTO
GIOVEDI 6 MAGGIO 2004
INDIAN’S SALOON
Ore d’inizio 22.00, infoline 02/2422300
PRESENTA IL SUO NUOVO ALBUM

NOTE BIOGRAFICHE: Nasce a Milano il 3 novembre 1964 e, giovanissima, comincia a fare musica. A 15 anni ascolta per la prima volta i Sex Pistols e se ne innamora. Dopo aver formato una band punk, si trasferisce a Londra, dove vive per 6 mesi.
Al suo ritorno lavora in studio di registrazione come vocalist (con Jovanotti, Stadio, Mauro Pagani, Loredana Bertè, Meccano, ecc...). Durante le registrazioni dei background vocals per Alberto Fortis, conosce Guido Elmi e da questo incontro nasce il progetto Clara & Black Cars e due album ("Chi ha paura di chi", "Spiriti").
Inizia a collaborare con Vasco, per gli album "Gli spari sopra", "Nessun pericolo per te" e "Rewind". Nel 1996 (tour "Nessun pericolo per te") si unisce alla band del Blasco, di cui fa tuttora parte.

Ha un'etichetta specializzata in Dance music (www.deltadance.com), che produce brani entrati in classifica in Giappone, Olanda e Belgio.

IL NUOVO ALBUM: CLARA – Ten worlds: I dieci mondi sono dieci stazioni di un viaggio, dalla schiavitu’ della condizione umana alla liberta’ della scoperta del vero Io.

Prendendo spunto da un principio fondamentale Buddista, questo viaggio si compie quotidianamente, istante dopo istante. Dieci Mondi , ci vivo dentro Attraversano la mia vita, In questo stesso momento Guardo dentro e non riesco a vedermi CLARA Comincia a cantare all’età di 13 anni, dopo aver ascoltato i Sex Pistols. Le prime esperienze nell’ambito dell’underground sono con The Arms, prima in veste di batterista e subito dopo come cantante. Poi nei Kubrick gruppo di spicco nel milanese. Ambienti piuttosto dark, tra Siouxsie e i Joy Division, passando per i Bauhaus. Importante il semestre vissuto a Londra, dove assorbe le nuove tendenze musicali. Impara a usare il computer per programmare e arrangiare utilizzando sintetizzatori. Gli orizzonti musicali si allargano a Eurhythmics, Tears for Fears, Kate Bush. Durante le registrazioni dell'album Carta del cielo di Alberto Fortis conosce Guido Elmi (produttore di Vasco Rossi) e da lì parte il progetto Clara & The Black Cars, con testi in Italiano. Il primo album è Chi ha paura di chi cui fa seguito Spiriti, più orientato verso sonorità hard-rock L’esperienza in studio come vocalist, avvicinandosi al mondo della pop-dance, la porta a collaborare, sia a livello di voce che di composizione, con importanti etichette indipendenti italiane, come la Time, per cui firma e canta brani a livello internazionale. Nel 1995, fonda l’etichetta discografica Delta, riscuotendo immediatamente un grosso successo sul mercato estero, particolarmente in Giappone. Nello stesso periodo Guido Elmi la chiama per curare gli arrangiamenti vocali e i cori sul disco di Vasco Rossi Gli spari sopra. Collabora anche al successivo Nessun pericolo per te, e dal 1996 è ufficialmente un membro della band. Un’esperienza questa importantissima a livello umano, artistico, di presenza scenica e, più in generale, di comunicazione e di rappresentazione di se stessi. L’anno dopo va a vivere negli Stati Uniti, a San Francisco. Registrazioni di studio e tour in America e Australia con vari gruppi, tra cui i californiani Pablo Cruise la tengono negli USA fino al 2000. Numerose le partecipazioni a eventi musicali anche in Giappone. .



Perche' questo disco? - di Clara Moroni
Perche' dopo anni a scrivere pezzi e a metterli nel “cassetto”, quel maledetto cassetto e' esploso. Perche' ho delle cose da dire, ed e' venuto il tempo di dirle. In inglese, perche' sono stati concepiti in inglese. Mi sono formata con la musica inglese quindi come altro potrei esprimermi?
Lavorare con Vasco poi mi ha fatto venire voglia di far sentire la mia musica. Quell'uomo mi commuove e mi da' energia. Dopo essere stato sul palco con lui capisci che la vita va veramente vissuta a 200 allora. E poi devo tenere fede alla sua descrizione...sono o non sono la Ferrari del Rock!
I pezzi dell'album stati scritti nell'arco di piu' di 10 anni, da YOU GOT THE RAINBOW (1990), a TEN WORLDS concepito in Francia nel Novembre del 2001 durante un periodo di ritiro a Trets, quindi contengono veramente tutto il mio DNA musicale, che poi e' stato geneticamente manipolato dall'alchimista Frank Nemola , Gran Maestro delle 7 note e dei 7 samples.

Tutti i pezzi sono su una linea di confine tra due o piu' stili, un gioco catartico, e quindi, come e' stato definito durante la lavorazione dagli addetti ai lavori e dagli occasionali ascoltatori-amici piombati a curiosare in studio, questo e' un album Hyper-cross-over. Alcuni esempi:
TEN WORLDS:
Tra rock, trip-hop e classica, con un'epicita' Wagneriana.Lo definirei un Classic-Trip-rock misticheggiante.
I NEED YOUR LOVE
Gospel-hip-hop-grungie.
DREAM ABOUT YOU:
Kate Bush incontra i Prodigy nel giardino di Vangelis.
JESUS CHILDREN OF AMERICA:
Lo definirei un pezzo Hip-Pop
EVERY SINGLE DAY:
Un pezzo visionario che inizia come la soundtrack per un film epico alla John Huston, e finisce con le chitarre punk dei Lords of the new Church, che personalmente ho visto al Marquee club di Londra

Comunque tutto l'album e' Lucidato qui e la' da una patina Glam anni '80 evocata inconsapevolmente all'inizio, ma poi accentuata per divertimento e provocazione. Clara Moroni
TEN WORLD

Dopo un entusiasmante Rewind tour con la band affiatata più che mai e un Vasco che le trasmette un’incredibile entusiasmo, decide di portare a termine la produzione dei brani scritti da lei nell’arco di circa un decennio, da You Got the Rainbow (1990), a Ten Worlds, concepito in Francia alla fine del 2001 durante un periodo di ritiro nel cuore della Provenza, finalizzata alla realizzazione del suo progetto solista.

Durante le prove dello Stupido Hotel tour Frank Nemola (produttore, tastierista, programmatore) ascolta i pezzi di Clara e decide di lavorare alla produzione del suo album, a partire dall’autunno seguente. Un intervento che ha sicuramente spostato le tracce sonore in contesti più elettronici rispetto ai provini originali, grazie all’utilizzo di samples e loops. Ma è anche la conoscenza che Nemola ha del mondo hip-hop (ha composto il primo singolo di Frankie Hi-Energy Faccio la mia cosa e prodotto gran parte della scena Hip-hop bolognese dal 1991 in poi) che si fa vedere, per esempio, nell’arrangiamento della cover di Steve Wonder Jesus Children of America, brano scelto non solo per la sua bellezza musicale, ma anche per la critica dell’ipocrisia presente nelle religioni (in questo caso quella cattolica) che, per l’autore, “è anche l’ipocrisia della società americana”. Al termine del lavoro di produzione, nel 2003 Clara decide di fondare la TEN records con cui pubblica questo suo primo CD in lingua inglese. Sono tanti gli stili che rimbalzano nel confronto tra la cantautrice e il produttore, dal rock elettronico al trip-hop passando dalla classica, dal gospel al grunge. Una sorta di hyper-cross-over, moderno e personale, che rende evidente un percorso artistico decisamente maturo ma pronto per nuove esplorazioni. .



CREDITS:
DRUMS: ADRIANO MOLINARI
BASS GUITARS: CLAUDIO GOLINELLI
KEYBOARDS AND PROGRAMMING: FRANK NEMOLA
ADDITIONAL SAMPLES: CLARA
GUITARS: STEF BURNS, GIOVANNI ROVATI

PRODUCED AND ARRANGED BY FRANK NEMOLA
MIXED BY NICOLA VENIERI AT FONOPRINT STUDIOS (BO)
STUDIO ASSISTENTS: STEFANO MARCHIONI, DAVIDE ROVERI
RECORDED AT ALEX WORLD STUDIO BY FRANK NEMOLA
ADDITIONAL RECORDINGS AT GROOVE FACTORY (BO)
MASTERED AT NAUTILUS STUDIOS (MI) BY ANTONIO BAGLIO
EXECUTIVE PRODUCER: CLARA
Il sito: www.10worlds.com

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.