Comunicato Stampa: Ominostanco live set a La Palma Club di Roma

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


venerdi 23 aprile

ominostanco

La Palma JAzz Club
via g. mirri 35 portonaccio Roma

solko
from england

Ominostanco live set
after show Solko dj set

Ominostanco.

Con l’uscita del primo album omonimo si ufficializza la nascita del progetto Ominostanco, anche se con questo pseudonimo Roberto Vallicelli aveva già realizzato due uscite, sempre nell’ambito della musica elettronica e sotterrane, per etichette indipendenti italiane: la prima per la IRMA Records nella compilation GLOBEAT, curata da Marco Boccitto; la seconda per la P.O.V. Etichetta indipendente romana. Questo progetto nasce circa 6 anni fa quando Ominostanco comincia a girare l’Italia, proponendo un live set esclusivamente basato su poche macchine, privilegiando sequencer e campionatori. Tra le numerose collaborazioni che si instaurano, è fondamentale in questo momento l'incontro con la OXIGEN MUSIC WORKS, etichetta indipendente di New York, che lo convince a realizzare il primo album. In questo periodo, durante un concerto avviene l'incontro con la Virgin Music Italy, che ad un anno di distanza porterà alla firma del contratto per l'uscita dell'album omonimo. L’uscita del primo singolo “5 seconds” tratto da un campione di “55 days at Peking” di Dimitri Tiomkin nell’ esecuzione di Bill Evans, è stato il veicolo radiofonico e televisivo (TMC 2, Mtv) per far conoscere questo progetto. Ottima accoglienza da parte di media, pubblico e critica, l'album ha ricevuto una serie di recensioni veramente lusinghiere (Rumore, Rockerilla, Il mucchio, Musica di Repubblica ecc). Prossimamente è in uscita il suo nuovo album, un lavoro nato dalla riflessione e dalla maturazione sugli ascolti musicali della sua vita: "Ho cominciato a pensare a questo disco probabilmente 25 anni fa circa, davanti alla pila di 45 giri ereditati da chissà chi e ingoiati dal mangiadischi a ripetizione. Erano 45 giri degli anni '50, '60 qualcosa degli anni '70. Non sapevo ancora che quelle "canzoni" sarebbero state materiale da riciclo ma sapevo che quelle sonorità mi sarebbero restate dentro. I ricordi sono la maggior componente di questo album, dalle poche sigle televisive, ai cartoni animati come Gustavo, ai programmi radiofonici come "Hit Parade" con Lelio Luttazzi, ai caroselli." .


dj Solko aka Salvatore Brocco oggi tra i deejay più rappresentativi della scena broken beatz in italia, inizia la sua carriera nel maggio del ´91 quando acquista i suoi primi dischi firmati Africa Bambaata e Crystal Waters, per approdare qualche anno più tardi alla consolle del mitico Q Warehouse club di Sperlonga .

Oggi è senza dubbio tra i più quotati dj pontini con all´attivo residenze nei migliori locali della Riviera d´Ulisse e serate in giro per la penisola, Solko vanta un entusiasmante mini-tour a Parigi che lo ha visto dietro i piatti all’Elysèe Montmartre, dell’OPA e del Folies Pigalle, ha anche sonorizzato la presentazione della mostra di Anton Corbjin al museo d’arte moderna di Bologna e nell’ultimo festival del cinema di Venezia ha sonorizzato i party dei film in concorso. Mentre ad ottobre 2003 ha partecipato al 27 Roma Jazz Festival come dj supporter del live dei Nu Spirit Helsinki oltre ad aver messo su uno showcase al Mel Bookstore di Roma insime al sax della stessa band finlandese. Negli ultimi tempi ha dato anche origine a Solko Ensemble: un progetto che nasce in parallelo all´esperienza discografica di Olio Project per la The Dub records e che ha l´intento di realizzare uno scambio culturale tra il djing e la live session di strumentisti jazz. Dj Solko resident della serata ModeRn allo Zulu Club di Gaeta, propone la sua personale evoluzione musicale verso i suoni futurejazz e le ritmiche broken provenienti dalla fumosa scena club di "West London", fornendo un coinvolgente basament mixato con il flauto e la chitarra di Fabio Petruzzelli, la tromba di Fabrizio Bortone ed il sax di Gianni Bardaro. Membro e fondatore dell’associazione italiana cultura elettronica, attualmente è in tour come supporter del dj produttore belga Buscemi per la presentazione del nuovo album "Camino Real". Si sta laureando in ingegneria elettronica, oltre a collaborare con diversi musicisti per ultimare le sue prossime uscite discografiche. .



http://www.basebog.it/
apertura 22:30 ingresso 10 euro (lista riduzione e con GO-Card 8 euro)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.