Comunicato Stampa: 'Corde in levare' - Concerto della Liberazione con Africa Unite e Architorti

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


La Comunità Montana “Pinerolese Pedemontano”
e la Città di Pinerolo
organizzano

“CORDE IN LEVARE”
Concerto della Liberazione
con Africa Unite e Architorti

Sabato 24 aprile 2004 – ore 21
Palazzetto dello Sport di Pinerolo – Viale Grande Torino

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
Presso gli uffici della Comunità Montana Pinerolese Pedemontano -
Via Duomo 42 - Pinerolo – tel. 0121-77246 – dal lunedì al venerdì: 9-13 e 14-17,30
Programma della serata: La Storia; Sotto pressione; Non sei sola; Politics; Rughe indelebili; Quando fuori piove; U man right; Nero su nero; War; Il partigiano John


Madaski e Marco Robino presentano la serata

Un cantiere. Questo porteremo sul palco. Macchine da lavoro fatte di archi, corde tese al limite della rottura, ponticelli sopportanti pressioni ritmiche, casse armoniche vibranti suoni naturali. E soprattutto, le voci di un mondo costruito sul levare.
Il repertorio spazierà attraverso i 10 album realizzati dagli Africa Unite, in 20 anni di attività; una compilazione di stili eterogenei che trovano inedita veste nelle rielaborazioni e trascrizioni di Marco Robino (Architorti), si fondono con un suono tanto teoricamente lontano dall’originale quanto vicino nel sottolinearne significati ed umori.
Sicuramente meno Jamaica del solito, piuttosto l’Europa diventa punto di riferimento sonoro, un’incursione in un mondo probabilmente inedito per molti fans degli Africa Unite, che sono però abituati da tempo alla attitudine a rinnovare o perlomeno contaminare lo stile reggae con altri suoni. Il gruppo non si era mai spinto così lontano, ma la citazione è sempre la stessa, di Bob Marley in persona: “Music is music”.

A Bunna il compito di fare da maestro di cerimonia; a Mada quello di tradurre, in segni e segnali, il fluire del suono; a Marco il grande merito di aver creato e ordinato centinaia di pallini neri sul pentagramma; agli altri maestri il ruolo di motore centrale, generatore di sensazioni.
Lo spettacolo del concerto, la catarsi, avrà nutrizione dal nostro analfabetismo compositivo; ciò che l’istinto ci porta senza ragione all’atto che riteniamo funzionale, il nostro obbiettivo, l’attenzione ed emozione di chi ci ascolta.
25 archi e 2 voci: questo è ciò che incontrerete, la vibrazione che, anche questa volta, il ritmo in levare considera, ma solo come punto di partenza, cercando di spostarsi, di mutare continuamente direzione ed esprimersi per la musica e con la musica.

Alcune note sui gruppi

Africa Unite

Distanti in linea d'aria circa 8.

500 chilometri, la Giamaica e Pinerolo sono più vicine di quanto si creda: lo dimostrano gli Africa Unite, la più nota reggae band d’Italia. Il primo contatto fra Bunna e Madaski avviene nel 1981: la morte di Bob Marley aveva ferito l'immaginazione del mondo e i due scelsero di riferirsi a una della sue canzoni, "Africa Unite" appunto, per battezzare il trio che ne onorava la memoria reinterpretandone le musiche. Da allora sono passati 23 anni, 11 album ed una infinita serie di concerti, il gruppo si è ampliato fino a raggiungere gli otto elementi, la musica si è evoluta, è maturata e si è raffinata. Le canzoni mantengono sempre il sapore caldo del reggae, bruciano in gola le emozioni, i testi dipingono la realtà che ci circonda. .



Architorti
Il quintetto Architorti - due violini, la viola, il violoncello ed il contrabbasso - nasce nel novembre del 1994 per iniziativa di alcuni musicisti del pinerolese le cui diversificate esperienze musicali hanno, fin dall’inizio, dato un’identità particolare al gruppo, che si rivolge alla diffusione di musiche di epoche diverse e di tutti i popoli. Gli Architorti propongono opere di creatività ed ingegno e sono in grado di portare musica di ogni genere in ogni luogo, senza rinunciare alla qualità dell’esecuzione. Il concerto degli Architorti richiama a sentimenti camaleontici per cambiar colore ad ogni esecuzione, con programmi per tutti i gusti e tutte le età.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.