Comunicato Stampa: 'Premio Città di Recanati 2004': questa settimana gli otto vincitori

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


PREMIO CITTA' DI RECANATI 2004
Nuove Tendenze della Canzone Popolare e d'Autore (XV edizione)
Comunicato di venerdì 9 aprile
La prossima settimana usciranno gli otto vincitori

Premio Recanati: l'ora dei verdetti
La settimana che inizierà con la giornata di lunedì 12, sarà la settimana dei verdetti: un vincitore sarà scelto attraverso la classifica internet, uno attraverso i tagliandi pervenuti al RadiocorriereTv, quattro verranno selezionati direttamente dal Comitato Artistico di Garanzia ed infine, due saranno coloro che, nella giornata di lunedì 12 e mercoldì 14, vinceranno le rispettive finali radiofoniche.
Maria Pierantoni Giua guida solitaria la classifica provvisoria del RadiocorriereTv, così come Piero Sidoti quella web, ancora incerti i nomi dei quattro artisti che verranno scelti dal Comitato Artistico di Garanzia, mentre, per quanto riguarda la radio, le ultime sfide vedranno protagonisti Viola Buzzi - Maler e Piero Sidoti - Maria Pierantoni Giua.

Stanno oramai per terminare i diversi percorsi di selezione che decreteranno gli otto vincitori della XV edizione del "Premio Città di Recanati" i quali saranno i protagonisti delle tre serate finali in programma nei giorni 27,28,29 maggio 2004.
Il Premio Recanati si avvia dunque verso la sua fase cruciale, forte di ottimi successi riscossi durante tutte le settimane di gara: è stato infatti battuto ogni record storico della manifestazione grazie a migliaia di voti pervenuti sia tramite il televoto nelle due trasmissioni Rai che ospitano il concorso, "Radio1MusicaVillage" e "Ho perso il Trend", sia attraverso i siti web dell'associazione e di Radio1 Rai.
Risultati che sono andati oltre ogni più rosea aspettativa, soprattutto per quanto concerne i dati di partecipazione e di ascolto dei programmi radiofonici, dati esaltanti che sono stati accolti con entusiasmo dalla dirigenza Rai e dalle rispettive redazioni.

LISTA DEI 16 FINALISTI

06 LA BANDA DEL DUCOLI

114 JUVOX
142 LUCA BASSANESE
151 ROCCO CUCOVAZ
161 NIGEL (DAVIDE ESPOSITO)
172 GIOVANNA PANZA DE CORTES
184 VIOLA BUZZI
222 MARIA PIERANTONI GIUA
257 STIL NOVO
313 MALER (MATTIA ANDREOLI)
335 PAM
373 ANDREA STADERINI
423 SAFYLLE'
431 EMANUEL DA ROIT
449 FEDERICO SIRIANNI
504 PIERO SIDOTI

Numeri telefonici del televoto:
08781/4441 - 0878114442

note sui finalisti


Luca Bassanese (29 anni) - Vicenza. Suona chitarra e pianoforte. Nel 2000 gli viene assegnato il "Premio La Spezia". Lavora con alcune compagnie teatrali; è attore protagonista nel cortometraggio "Il mare" di Gionata Zarantonello, prodotto da Stream.
Il suo brano, Confini, è un manifesto di grande rispetto civile "trattato" con un sound caraibico ed una melodia piacevolmente reiterativa. ( " Lo vuoi capire che il mondo non è solo casa tua e non vi sono immigrati ma solo viandanti e non vi sono stranieri ma solo vicini , non vi sono confini, non vi sono confini" ).
Note - Il fenomeno dei flussi migratori connessi al divario di ricchezza tra "sud" e "nord" del mondo (col corollario di fobie che lo accompagna), è affrontato da una prospettiva quasi "francescana", che sfiora e scavalca la dimensione politica del fronte "no-global, per approdare a un tipo di pacata ma intrigante consapevolezza. "Nessuno può rubarti nulla se ciò che hai di più caro è la tua coscienza..."; "...non puoi vendere la terra sulla quale la gente cammina...".

Emanuel Da Roit - Ivrea. Autore e chitarrista. Secondo al Festival di Viareggio e vincitore della Borsa di studio al CET. La sua canzone, Era un po' che volevo dirtelo è un messaggio musicale non certo in codice. Un esempio di linguaggio parlato per esprimere il disagio sentimentale. ("E il gatto e la volpe mi fanno le scarpe e mamma ha passato un periodo di merda e gli amici migliori li vedo di raro, la gente che ho intorno è superficiale").
Note - Il brano descrive senza nessun tipo di remora l'universo di una relazione omosessuale.

Davide Esposito (29 anni) - Lucrezia (Pesaro). Programmatore, tastierista, chitarrista. Si esibisce per tre anni in tour con il gruppo "I fiori d'acqua dolce", nato al CET. Brano: Ancora un passo.Una strofa volutamente asettica e metallica si apre, introdotta da un sipario d'archi, in un refrain di largo respiro che lascia il segno.("Se c'è un istante che vorrei rivivere è quello che non è mai stato. Dimenticare oggi è il vero crimine e il mondo mi ha dimenticato")

Note - Nel 2000 realizza l'album di Kelly Joyce, nel quale appare come compositore e programmatore

Safyllè - Napoli. Vincitori nel 2001 di Arezzo Wave. Hanno partecipato alla rassegna Musica Nueva. Formazione attuale: Grazia Raimo, Pippo Romito, Roberto Salvati, Sergio Monopoli, Giulio Fazio, Gianfranco Tranchini, Massimo Iovine. Il brano, Al di là del muro, è un "tatuaggio di emozioni e ricordi" che disegna perfettamente il profilo della paura. Sorretto da un martellante ritmo anche verbale crea un'avvolgente inquietudine. ("Come il fuoco la sua voce mi tenta e resistere al suo fascino è un'impresa già provata.").
Note - L'interprete autrice Grazia Raimo (31 anni) è avvocato e nipote dell'autore di brani storici napoletani: 'Na sera e maggio - Dove sta Zazzà - Scalinatella ed altri. Il bassista del gruppo, Massimo Jovine è anche autore e bassista dei 99 Posse.

Pam - Livorno. Gruppo di ispirazione cantautorale, si distingue per la vena folk. Sono stati ospiti di varie compilation. Lucio Tirinnanzi (25 anni, autore dei testi e delle musiche), laureato in Scienze politiche, ha come suoi collaboratori Nicola Sambo, Alessandro Quaglierini, Luca Valdambrini, Jody Guetta, Francesco Zerbino.

Brano: Saint Germani. Una sequenza di immagini di buona letteratura " criminale" associata ad una linea musicale carica di suggestione e riferimenti preziosi. ( " Non ho più paura del seno di Margot né della polizia, sono un libero professionista di crimini d'amor").
Note - Il loro brano è un omaggio ad Arsenio Lupin e a tutta la letteratura gialla.

Giovanna Panza De Cortes - Diplomata in Scenografia all'Accademia di Belle Arti di Napoli, sua città. Già vocalist di Eugenio Bennato, partecipa a diverse manifestazioni jazzistiche e collabora con i più rappresentativi musicisti-cantautori partenopei. Nel suo brano, 'O tuorto e 'a raggione, suoni inquieti e armonizzati con maestria fanno da tappeto a un testo che delinea due simboli, nello stesso tempo sostanziosi e astratti, che ci accompagnano nella vita. ("Il mio nome è la ragione salgo affannosa su questi imbrogli"." Tu mi conosci, io sono il torto, e in queste case tutti mi sanno").
Note - L'artista proviene da una famiglia di grandi tradizioni artistiche ed il suo collaboratore e coautore del brano Vincenzo Marigliano è il nipote dell'autore di "Dicitencello vuie".

Stilnovo -Caselle Lurani (Milano). Stilnovo è un progetto nato nel '99 dal sodalizio artistico tra Fabio Roveroni, cantautore e musicista milanese, e Alex Ducoli, batterista e percussionista. La canzone in concorso (Vento), scandita da un ritmo incalzante e da una melodia liberatoria, ben rappresenta la circolarità travolgente del vento che tutto cancella e tutto riscrive. (" Qui basta ciò che hai, fa niente se non puoi, certo un posto così nessuno l' ha visto mai ").-
NOTE - Duo molto conosciuto nei club milanesi. La canzone, con un linguaggio semplice e diretto, evoca una prospettiva spirituale che liberi la dimensione umana dalle catene dell'odio e della sete di possesso.

Piero Sidoti (36 anni) - Udine. Laurea in Scienze biologiche. Cantautore ed attore. Dal 2001 gira i teatri italiani con lo spettacolo "Odissea di un suonatore di campanelli". Cantante ed attore nel film di Silvio Soldini "Agata e la tempesta". Brano: La Venere nera. Ci si lascia cullare con molto piacere da questa "bossa" che propone inconsuete immagini ed una linea musicale raffinata.( "Sono i miei tacchi appuntiti, che mi impacciano i piedi, che mi cadenzano il tempo che vola sopra i marciapiedi").
Note - Lui ha una reale prospettiva nel mondo del cinema come attore. La canzone affronta il tema della prostituzione aggirando le litanie sociologiche, dando voce a un racconto privo di "morale", intessuto di emozioni e speranze

Andrea Staderini (32 anni) - Roma. Laurea con lode in Lingue e letterature straniere. Autore e chitarrista, ha tradotto il libro del maestro Zen S. Roshi "Rami d'acqua scorrono nell'ombra". Pratica la meditazione trascendentale. Il suo brano, Gli universitari di piazza Bologna, è la dimostrazione di come semplificando un materiale di indiscusso valore artistico si possa costruire e proporre una canzone di qualità. ("Gli universitari di Piazza Bologna fanno la spesa più piccola del mondo, che cosa mangiano non l'ho mai capito, forse gli basta un amore non tradito").
Note - Si autodefinisce un esemplare di cantautore mannaro: di giorno lavora in un canale televisivo satellitare, la notte scrive e canta canzoni. La sua canzone evoca la fase del passaggio dal mondo dello studio a quello del lavoro con una sincerità e una delicatezza commoventi.

Viola Buzzi (32 anni) - Viterbo. Liceo artistico, Accademia di Belle Arti. Studi musicali sulla chitarra classica e sull'organetto. Ha dato vita a seminari di musica popolare e collaborato con numerosi artisti partecipando all'ultimo disco di Giorgio Gaber. Ha pubblicato vari album. Brano: Tu che passi. Le parole sono "piegate" ad un uso vocale e interpretativo che propone la canzone come una forma capace di rinnovarsi gradevolmente. ("Cerco io la via notturna la lucerna stretta, la via che sola fuori tutti vuole me, ci sei anche te")
Note - Forse la più "famosa", del gruppo artista dalle collaborazioni importanti: Beppe Quirici, Avion Travel, Pacifico,Erri De Luca. Intellettuale, di aspetto moderno e gradevole, i suoi testi sono veri e propri giochi metrico- linguistici, se proprio si vuole trovare un riferimento: P. Panella.

Maler - Nogara (Verona). Macchinista teatrale, pubblica vignette e articoli satirici sulle riviste LINUS, MALOX, ZERO IN CONDOTTA. E' presente nella compilation Music Zoo. Nel suo brano, Bianca, il gioco verbale diventa metrica poetica e si rifugia in un refrain dove il dialetto diviene lingua universale. ("E lo spaventapasseri che danza sopra l'argine mi dice là c'è musica, di là non c'è bugia...e sale l'onda chiara che gonfia le golene e sale l'onda scura regina sulle piene" ).
Note - Ritornello del brano in dialetto. L'autore è abbastanza conosciuto come "penna satirica".

Rocco Cucovaz (47 anni) - E' nato a Roma molti anni fa ed è morto due o tre volte. La prima volta a cinque anni a Napoli sporgendosi da un balcone. Nel 2002 ha vinto il Premio Piero Ciampi per la canzone d'autore. Brano:Piedi. Il fascino innegabile delle canzoni on the rood rivive in questo brano dalla musicalità immediata e suggestiva. e dalla "poetica" ben comunicata. ("Sono un ragazzo fortunato, perché se piove, piove poco, sulla frutta sopra le alici in miezz'ai vicoli, sopra ai miei piedi. " ).
Note- Una canzone dedicata ai "barboni", alla durezza della vita di strada, che l'autore conosce e racconta con grande attenzione per una umanità border-line.

La Banda del Ducoli - Breno (Brescia.) Alessandro Ducoli (33 anni), autore, si avvale in questo suo viaggio di musicisti di assoluto livello, provenienti dal jazz, dalla musica polifonica, da rock e dal blues grass: Arcangelo Buelli, Massimo Saviola, Lorenzo Lama, Renato Saviori. Brano: A proposito di questi giorni.Un raffinato impianto musicale con richiami jazzistici si apre ad immagini e sensazioni colorite e colorate dal sentimento. ( " Si aprono le nuvole, si asciugano le strade, dentro ai prati e sulle case sta asciugando il temporale. Qui l'amore mi ha già ucciso altre volte, ogni volta che succede sono triste").
Note - Il loro è un mondo un po' perduto, popolato di storie di gente di provincia, che vive al di fuori dei grandi centri abitati, che frequenta boschi e stamberghe, tra credenze popolari, dolcezza e miseria.
Juvox - Padova. Duo musicale nato nel gennaio 2001 composto da Diego Turatto (30 anni), autore e musicista, e da Simone Dal Maso, diplomato in pianoforte e musica elettronica. Il loro brano, Sono in un favola, è un' allegorica rassegna di personaggi favolistici in un gioco musicale piacevole e coinvolgente.( " Manca poco sto per arrivare, prendo il cellulare e chiamo i Sette Nani per sapere se potrò portare Alice alla pallosa festa di domani").
Note - Simone Dal Maso è cieco. Diego Turatto scrive le sue canzoni in fabbrica davanti ad una macchina a controllo numerico, solo quando fatica fisicmente la sua mente infatti comincia a viaggiare in libertà.

Maria Pierantoni Giua (22 anni) - Nata a Genova, dove vive. Studentessa in Filosofia, compone melodie e testi dall'età di nove anni. Suona la chitarra ed è contralto di musica sacra e polifonica. Nel 2003 vince il premio Lunezia ed apre i concerti di Irio De Paula.
Una bella prova d'autore con una parte letteraria originale e misurata ed una interpretazione che comunica pathos. Una vocalità fresca e disinvolta. ( " Sai di basilico e menta, ti muovi tra storie di antiche memorie e vai e vai scivolando nel cavo di un palmo di mano" ).
Note - L'artista più giovane dei sedici finalisti. "Rinascimentale": colta, di gentile aspetto e di notevole classe.

Federico Sirianni (35 anni) - Genova. Partecipa al Premio Tenco nel 1993. Realizza con il Teatro della Tosse l'opera "Delitti esemplari". Avvia una collaborazione con Bruno Gambarotta e musica alcuni spettacoli teatrali. Nel 2002 esce il suo primo CD "onde clandestine". Il suo brano, Alle sette della sera, presenta, evitando la solita nostalgica retorica, una bella ed evocativa storia musicale di extracomunitari in un patchwork quasi cinematografico.("Le cabine telefoniche son vuote, ma hanno chilometri di vita raccontati, che ognuno porta in tasca come unica dote, quando l'inverno li avrà tutti congelati.
Note - La canzone evoca i temi della solidarietà e dell'antirazzismo attraverso il racconto di extracomunitari in fila davanti ad una cabina telefonica.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.