Comunicato Stampa: Bluebeaters in concerto al Nautilus

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


NAUTILUS
PRESENTA
BLUEBEATERS
IN CONCERTO
SABATO 10 APRILE 2004

Apertura ore 22.00, inizio spettacolo ore 23.00. Ingresso con 1^ consumazione euro 10. Superstrada Mi/Malpensa, uscita Casorate. Infoline: 0331/262061.

GIULIANO PALMA & THE BLUEBEATERS
presentano
10TH ANNIVERSARY TOUR 1994/2004

Dove eravamo? 2002: Estate. Sono passati due anni dall’ultimo, breve, Tour estivo di Giuliano Palma & The Bluebeaters. Nel frattempo tutti i musicisti del gruppo sono stati impegnati nei propri progetti. (Giuliano Palma, disco e Tour di “GP”, Cato, Parpaglione, Mr. T-Bone e Bunna con Africa Unite, Ferdi con Casino Royale e con Mr. T-Bone nel suo secondo disco solista “Mr. T-Bone sees America”, Cato & Parpaglione in Motor City.)

Quest’anno è il decennale dei Bluebeaters. Sono passati dieci anni e tutto è rimasto come prima. Anche il desiderio impellente di tornare a suonare dal vivo. Pur non avendo registrato niente di nuovo dopo “The Wonderful Live” (2001) per questo lungo “Anniversary Tour” primaverile ci saranno naturalmente delle novità in scaletta. Canzoni straconosciute della storia della musica riarrangiate “alla Bluebeaters” e pezzi ripresi dalla tradizione giamaicana anni ’60, lo Ska, il Rocksteady, il Bluebeat delle origini. La ricetta è sempre quella. La pasta, il suono & lo stile, pure. Un paio di nuovi acquisti nella line-up allungano la band (una seconda chitarra e un nuovo pianista) e come terreno di gioco i palchi dei migliori club italiani. Dal 9 Aprile al 29 Maggio 2004.

Giuliano “King” Palma, The Voice
Bunna, Basso
Ferdi, One Drop
The Angelo Parpaglione, Sax
Cato Senatore, Chitarra
Mr. T-Bone, Trombone

Peter Truffa, Piano & Organo
Fabio Merigo, Chitarra

The Album
Giuliano Palma & the Bluebeaters sono il primo gruppo in Italia ad aver affidato il loro album d’esordio a una vendita esclusivamente on line. Su Internet in cd ha riscosso un successo al di sopra di ogni aspettativa!

Il primo CD di Giuliano Palma & the Bluebeaters contiene una sequenza mozzafiato di cover suonate rigorosamente live in studio in stile ska/rocksteady.

Il risultato sono dei rifacimenti di successi come “See You Tonite” di Gene Simmons (sì, proprio lui, quello dei Kiss), “Wonderful Life” di Black, “Believe” di Cher, "I Don't Know Why I Love You (But I Do)" di Clarence "Frogman" Henry, "Stop Making Love" dei Four Tops, “Wonderful life” di Black, "World's Fair" dei maestri Skatalites, "Coming In From The Cold" di Bob Marley, una versione in inglese di "Grande Grande Grande" di Mina, vecchi brani giamaicani anni '60 come “World's Fair”, “How many times”, “I don’t want to see you cry”, “There's a reward” o “Tell me now”, hit reggae anni '70 come “Desperate lover” e “Let him try”. .


Rispetto alla prima versione, la “nuova edizione” di The Album, pur mantenendo lo spirito originario del disco (una raccolta di cover rielaborate in versione ska) contiene due brani inediti: due cover di classici di Gino Paoli (“Domani” e “Che cosa c’è”), cantati da Giuliano insieme al cantautore ligure.
“E’ una collaborazione nata per curiosità reciproca”, dicono i Bluebeaters. “Alla richiesta da parte di Gino Paoli di fare un paio di brani, abbiamo risposto subito con entusiasmo proponendo “Domani”, che neanche lo stesso Paoli quasi ricordava, e la più famosa “Che cosa c’è”.
Il disco, pubblicato dall’etichetta dei Bluebeaters (la King Size Records) sarà distribuito dalla V2 Italy.
LA NASCITA DI BLUEBEATERS
E’ il 1993. Giuliano, cantante dei Casino Royale, va a Torino per cantare in un album dei Fratelli di Soledad. Lì, un gruppo di amici, si riunisce e pensa a un gruppo, a una cover band di pezzi rock steady giamaicani e soul americani. “Ci guardiamo in faccia e cominciamo a suonare la colonna sonora di The Harder They Come, poi “Redemption Song”, "54-46" di Toots, ma anche "Love is the Law" degli stessi Casino Royale”, raccontava il gruppo qualche anno fa. Nascono i Bluebeaters, un gruppo di amici, di amanti della musica giamaicana, di appassionati di “blue beat”.


1998/1999

Durante i tre mesi dell’abituale tour invernale a cavallo tra il 98 e il 99 i Bluebeaters, in 20 date, collezionano 20mila presenze. E’ un dato che il gruppo si sente in dovere di prendere in considerazione. E’ la giusta rampa di lancio dell’entusiasmo. Ed è anche alla luce di questo, oltre ad aver negli anni perfezionato il suono della band, che i Bluebeaters decidono di incidere The Album. “Gli amici, i parenti, la gente che veniva ai concerti, tutti continuavano a chiederci cassette, cd dei nostri pezzi. Il suono, la pasta, erano pronte. Il groove girava bene. Così abbiamo pensato che era arrivato il momento di fare il disco”, dicevano i Bluebeaters nell’estate del 1999, nei giorni dell’uscita di The Album.
1999: LA PRIMA USCITA SU DISCO…

Il 9 Giugno del 1999 esce The Album, disponibile solo su Internet, sul sito del gruppo: www.bluebeaters.com, inizialmente cercando di tenere basso il prezzo del cd, senza peraltro trovare una modalità di spedizione in Italia che con un prezzo ragionevole lo consentisse. “L'idea di vendere “The Album” on line è stata una febbre che ci ha colpito mentre lo registravamo; in studio pensavamo a come far uscire questo lavoro. Allora qualcuno ha detto: Perché non su Internet?…E ci siamo trovati improvvisamente impigliati nella rete”, commentano i Bluebeaters. Poi è arrivata la distribuzione “fai da te”. Attraverso il sito si poteva diventare rivenditori di The Album. 80 negozi diventano punti vendita dell’album di Giuliano Palma & the Bluebeaters.


… E I RISULTATI

Tra singoli utenti e la rete di negozi la vendita di The Album arriva a quota 12.000 copie. Un risultato che sorprende nell’era della masterizzazione, le cui ragioni possono essere trovate sia nel prodotto di qualità sia nel meccanismo del “passaparola” che sta alla base del pubblico di “buongustai” che la band si è costruito in anni di concerti in tutta Italia. Viene prodotto un primo video di “Wonderful Life”.

2000/2002

Nel 2000 grazie a un accordo con V2 Records The Album, ristampato con due bonus track, “Che Cosa C’è” e “Domani” con Gino Paoli e accompagnato dal video di “Che Cosa C’è” con la partecipazione di Gino Paoli, viene distribuito in tutti i negozi di dischi.

Le date del Tour che segue sono tutti sold out. “La decisione di ristampare il disco e affidarlo a una distribuzione ufficiale è motivata - dicono i Bluebeaters - dalla possibilità di poter raggiungere un pubblico più vasto, visto il successo finora ottenuto dalla vendita on line di The Album; e se questa è una piccola vittoria della musica – a parer nostro lo è - significa che esistono altri mondi cosiddetti ‘indipendenti’ che posso alimentare un mercato, quello della musica, seriamente minacciato da prodotti spesso poco credibili e genuini”. Quindi l’anno successivo viene dato alle stampe “The Wonderful Live” il bootleg ufficiale di Giuliano Palma & The Bluebeaters. Registrato per intero con cassette analogiche mantiene perfettamente il suono “roots” della band. .



CHI SONO OGGI I BLUEBEATERS?
Un gruppo di musicisti provenienti da band italiane diverse (Giuliano Palma, Ferdinando Masi dei Casino Royale, Bunna, Paolo “The Angelo” Parpaglione, Cato Senatore e Gigi Mr. T-Bone degli Africa Unite. Per la prima volta nella band anche Peter Truffa, al piano, in prestito dalla New York Ska Jazz Ensamble e Fabietto, chitarrista di Reggae National Tickets.) accomunati dalle stesse passioni: il reggae, lo ska, il rocksteady.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.