Morrissey risponde al bodyguard: 'Falsità fastidiosa'

Morrissey risponde al bodyguard: 'Falsità fastidiosa'

E' finita come doveva finire, in un turbinio di controaccuse e controquerele, il procedimento legale avviato nei giorni scorsi da Bradley Steyn, bodyguard californiano che ha deciso di portare in tribunale il suo ex datore di lavoro Morrissey: la guardia del corpo, ha riferito solo ieri TMZ, ha accusato il già leader degli Smiths di averlo brutalmente licenziato dopo aver incassato un suo rifiuto alla proposta di una spedizione punitiva ai danni del webmaster di uno suo fan club dimostratosi troppo esuberante in occasione di un concerto a San José, sempre in California.

La replica è stata affidata dallo stesso cantante a un'altra pagina Web gestita da fan, True To You: "Sento di dover dire a quanti non se ne siano resi conto da soli che questa storia non sia altro che una fastidiosa bugia", ha precisato l'artista, "La sola idea che io possa aver chiesto a un completo sconosciuto, Bradley Steyn, di attaccare fisicamente David Tseng (il webmaster di Morrissey-solo.com, ndr) non credo possa essere accolta serenamente da chiunque sia sano di mente. Per quanto mediamente irritante possa essere Tseng nei miei confronti, non è sicuramente qualcuno da causarmi tali problemi che possano suscitare in me anche solo fastidio. La triste verità di questa storia è che Bradley Steyn abbia tentato di ricavare più soldi dal tour di quanto non ne avessi pattuiti. E non ci è riuscito".

L'artista ha poi spiegato di aver depositato presso il dipartimento di polizia di Los Angeles le dichiarazioni di Steyn, riservandosi di intraprendere azioni legali sia di carattere civile che penale. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.