Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 30/07/2014

Led Zeppelin, reunion: Plant 'deluso e sconcertato' dalle dichiarazioni di Page

Led Zeppelin, reunion: Plant 'deluso e sconcertato' dalle dichiarazioni di Page

A poche ore dalla notizia della seconda tranche di pubblicazioni del back catalogue della gloriosa formazione britannica, si torna prepotentemente a parlare di reunion dei Led Zeppelin. Non, però, come una parte dei fan auspicherebbe si facesse - cioè dove, e quando - ma in modo molto più brusco. A prendere parola sull'argomento, che da quella sera del 2007 alla O2 Arena di Londra, in occasione del concerto in memoria del fondatore della Atlantic Ahmet Ertegün periodicamente affiora nelle headline delle testate di tutto il mondo, non è stato Jimmy Page, notoriamente il meno restio e più possibilista ad un ritorno di fiamma, ma Robert Plant, che non ha mai fatto mistero di considerare quello degli Zep un capitolo ormai chiuso della sua carriera.

E se i buoni rapporti tra ex compagni di gruppo, almeno fino alla promozione di "Celebration", potevano se non altro non portare ad escludere a priori un eventuale rinnovarsi della collaborazione tra gli elementi superstiti della formazione, ora le parole indirizzate dal frontman al suo ex chitarrista lasciano trapelare una tensione che - anche solo a livello personale - non promette nulla di buono.

Plant, in poche parole, ne avrebbe abbastanza delle esternazioni, più o meno tattiche, di Page a proposito di un futuro - che lui non vede, né ha mai visto - dei Led Zeppelin. E il suo fastidio, già velatamente fatto trasparire solo qualche mese fa, si è manifestato a chiare lettere in un'intervista rilasciata dall'artista all'Express.

"Capisco il ragazzo", ha dichiarato Plant: "Sa che quando vuole, in questo modo, può ottenere le prime pagine dei giornali. Non ho idea, però, di cosa voglia ottenere, facendo così. E questo mi lascia leggermente deluso e sconcertato". Non che il cantante avesse abbandonato in toto l'idea di lavorare con quello che è stato il suo sodale più celebre. Anzi. "Un paio di anni fa gli ho anche detto: 'Se hai qualcosa di acustico che ti piacerebbe fare, fammi sapere: mandami i provini, che un ascolto glielo do di sicuro. Ma è stato tutto inutile". Quindi, sull'affaire Led Zeppelin: "Ho mollato il colpo, tutto qui. Non ce la faremmo a fare qualcosa all'altezza: il peso delle aspettative sarebbe troppo grande".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!