I Fleetwood Mac accusati di satanismo

I Fleetwood Mac accusati di satanismo
I Fleetwood Mac sono stati accusati di satanismo da una chiesa presbiteriana dell’Alabama. Ad innescare il tutto è stato il complesso musicale del liceo di Huntsville, che stava provando “Landslide” per inserirla nel proprio repertorio. L’insegnante di musica di tale scuola, evidentemente legata alla locale chiesa, ha levato la voce indignata per la scelta di un brano dei Fleetwood Mac, gruppo guidato da una strega adoratrice di Satana (Stevie Nicks, si direbbe). Il preside, di fronte allo sconcerto dei ragazzi, ha appoggiato il veto: “Ricordo la fama del gruppo negli anni ’70, e penso che chiunque li conosca sappia che il loro spirito non è precisamente biblico”. Tuttavia al complesso è stato consentito di suonare “Landslide” durante il ballo di fine anno.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.