EMI 'licenzia' il capo europeo de Buretel; altre riorganizzazioni a seguire

A poche ore dall'annuncio della ristrutturazione EMI che prevede un taglio di 1.500 dipendenti e del 20 % del cast artistico (vedi News), l'organigramma internazionale di vertice dell'azienda subisce un terremoto: esce di scena Emmanuel de Buretel, il “Napoleone” francese che guidava le operazioni EMI in Europa continentale e a cui riportava anche il presidente e amministratore delegato della filiale italiana Riccardo Clary: sostituito improvvisamente da Jean-François Cecillon, connazionale che aveva diretto in passato la EMI inglese e che prima di allora aveva già lavorato alle dipendenze dell'attuale numero uno della major (francese anche lui) Alain Levy, come direttore marketing della Polydor/A&M (successivamente era diventato amministratore delegato in Europa della Sega, società leader nel campo dei videogiochi, restando legato al mondo musicale come consulente).
    A poche ore dall'annuncio della ristrutturazione EMI che prevede un taglio di 1.500 dipendenti e del 20 % del cast artistico (vedi News), l'organigramma internazionale di vertice dell'azienda subisce un terremoto: esce di scena Emmanuel de Buretel, il “Napoleone” francese che guidava le operazioni EMI in Europa continentale e a cui riportava anche il presidente e amministratore delegato della filiale italiana Riccardo Clary: sostituito improvvisamente da Jean-François Cecillon, connazionale che aveva diretto in passato la EMI inglese e che prima di allora aveva già lavorato alle dipendenze dell'attuale numero uno della major (francese anche lui) Alain Levy, come direttore marketing della Polydor/A&M (successivamente era diventato amministratore delegato in Europa della Sega, società leader nel campo dei videogiochi, restando legato al mondo musicale come consulente).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.