NEWS   |   Industria / 23/07/2014

re/code: 'Falso che Google abbia cercato di comprare Spotify'

re/code: 'Falso che Google abbia cercato di comprare Spotify'

Il Wall Street Journal scrive che Google ha avanzato un'offerta per comprare Spotify, ma che ha rinunciato a causa del prezzo giudicato troppo alto. Kara Swisher di re/code, al contrario, smentisce recisamente, sostenendo che sulla base delle sue fonti tra le due società non è mai stata intavolata finora nessuna trattativa. "Nessun prezzo, nessuna negoziazione. Niente di niente", sostiene uno degli "insider".

Alla Swisher risulta piuttosto che il co-fondatore e amministratore delegato di Spotify Daniel Ek abbia incontrato alcuni dirigenti di Google per discutere di accordi commerciali riguardanti YouTube, Google Play e Android. D'altra parte, ammette, l'acquisto della piattaforma di streaming avrebbe perfettamente senso per la società di Mountain View, che dispone di un servizio musicale in abbonamento e si prepara a lanciarne un altro con YouTube.

Il recentissimo ingresso nel cda di Spotify di due ex dirigenti di Google e YouTube potrebbe in effetti far supporre che si tratti della prima breccia aperta dal gigante di Internet nel leader mondiale tra i servizi di streaming (oltre 11 milioni di utenti paganti e 40 milioni in totale); ma al momento - scrive re/code - "tutto ciò è lontanissimo da una seria conversazione che abbia per oggetto un possibile acquisto".