Infranto un tabù: Justin dei Darkness critica Glastonbury

Infranto un tabù: Justin dei Darkness critica Glastonbury
Se in Gran Bretagna il festival di Glastonbury è considerato come una sacra istituzione (il massimo della critica: "E' un po' da hippy"), ancor più tabù è il suo patròn, Michael Eavis. E forse anche giustamente: il pover'uomo è da trent'anni che organizza il festival più grande del Regno Unito e devolve buona parte degli incassi ad enti benefici. Ma oggi è accaduto l'impensabile: Eavis, che (quasi) tutti gli anni accoglie centomila giovani sui suoi terreni del Somerset, è stato criticato apertamente. L'attacco proviene da Justin Hawkins dei Darkness. Un attacco che, a dire il vero, pare un po' meschino. Justin, offesissimo per una frase pronunciata da Eavis lo scorso anno, per mesi gli ha serbato rancore. "Eavis è un bastardo, noi non trattiamo con gli str***i. Prima di Natale abbiamo parlato con tutti gli organizzatori dei maggiori eventi, e c'era dentro anche Glastonbury. Poi Eavis ha detto che a giugno nessuno si sarebbe più ricordato di noi. Poi, dopo aver capito che aveva sbagliato, ci ha telefonato. Ma ormai era troppo tardi, avevamo dato l'OK al Carling festival. Adesso chi ci perde è lui". Ed è appena giunta la replica del diretto interessato. Eavis ha detto: "Spero che prima o poi voglia scusarsi con me, perché Justin non ha capito niente. L'anno scorso, quando hanno suonato poco prima di diventare famosi, li ho trovati fantastici. Quest'anno non li ho cercati solo perché è estremamente difficile che un gruppo possa venire a Glastonbury per due anni di seguito".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.