Dati SIAE 2013, buona annata per la musica: +30% per pop e rock dal vivo

La punta di diamante è stato il concerto del 3 giugno 2013 di Bruce Springsteen allo stadio Mezza di San Siro, a Milano, spettacolo live record di incassi dell'anno scorso, ma - complessivamente - è stata la musica "leggera" - definizione che la SIAE usa per i concerti di rock, pop, metal, hip hop e altro - a far segnare una delle poche (se non l'unica) nota - molto - positiva nel 2013: i dati presentati oggi nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Roma hanno evidenziato, a fronte di un tiepido incremento degli altri comparti - cinema, teatro e musei - un'impennata nella risposta del pubblico agli show musicali nel corso dei dodici mesi conclusisi il passato 31 dicembre.

Sono stati proprio i generi popolari a guidare la ripresa del settore, con un incremento numerico di ingressi del 19,49% - maggiormente concentrato in Lombardia, Emilia Romagna e Lazio - che ha fatto balzare il macroaggregato del comparto a +11.20%: riguardo alla spesa al botteghino, il rialzo del +32,17% della "leggera" ha trainato la ripresa dell'ambito musicale, attestatasi a +24,51% rispetto al 2012. E nonostante la spesa del pubblico abbia fatto registrare un lieve calo complessivo rispetto al periodo precedente (-0,21%), la stessa voce - per i concerti rock e pop - è balzata a un netto +30,77%, grazie alle ottime performance registrare in Lombardia, Lazio e Veneto.

Stessa tendenza è stata riscontrata nel volume d'affari mosso dai live show rock e pop: nonostante un calo generale dell'1,43%, il settore leggero è cresciuto del 29,65%, superando la media del comparto musicale ferma a un pur rispettabilissimo +23%. Anche in questo caso, la Lombardia è stata la regione di punta in quanto a volume d'affari, seguita da Veneto e Lazio.

Dato ancora più interessante è quello fatto registrare alla voce "concertini", termine utilizzato dalla SIAE per indicare gli spettacoli di musica dal vivo minori, definiti di "carattere accessorio" e che non svolgano "funzione di principale richiamo per la clientela": in sostanza, piccoli live show che nel Regno Unito sono stati al centro del music act che anche nel nostro Paese sono stati oggetto di proposta e discussione. Scorporando il volume d'affari dei concerti minori da quello delle sale da ballo, si scopre che i live minori abbiano mosso - in termini finanziari, e al netto dell'inevitabile sommerso - una cifra pari a 299,9 milioni di euro, contro i 293,5 milioni di euro del comparto "maggiore". Una lieve superiorità - in termini finanziari - che diventa schiacciante andando a consultare i dati inerenti all'affluenza: se l'attività concertistica "leggera" nel 2013 ha registrato 1,6 milioni di unità, quella dei "concertini" ha fatto segnare la bellezza di 26,2 milioni di presenze, diventando - per stessa osservazione della SIAE - il valore più elevato in assoluto.

Music Biz Cafe Summer: piattaforme Web e diritti
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.