SCF, fatturato stabile mentre si sblocca il pagamento di 20 milioni agli artisti

Sono sostanzialmente stabili le somme incassate e ripartite tra i consorziati della società di collecting SCF nel primo semestre del 2014: 7,7 milioni di euro (per quanto riguarda la quota spettante ai discografici) con esclusione dei diritti da copia privata che risultano invece essere in crescita. Nel contesto di una congiuntura economica decisamente negativa la tenuta si spiega con un forte recupero di sacche di evasione nell'area dei pubblici esercizi (tenuti a pagare, per la diffusione di musica registrata, non solo la SIAE ma anche l'organizzazione che rappresenta case discografiche e artisti interpreti). SCF segnala anche la firma di nuovi accordi nel settore dello sport e una maggiore regolarizzazione di eventi come concerti, dj set e altre manifestazioni che hanno luogo sul territorio.

Nel corso di una riunione che si è tenuta ieri a Milano, SCF ha presentato a consorziati e mandanti  l'accordo recentemente firmato con Nuovo IMAIE e Itsright, già notificato alla Presidenza del Consiglio e in grado di sbloccare dopo una lunga fase di negoziati e contenziosi giudiziari acconti destinati agli artisti per un valore di quasi 20 milioni di euro.

Come noto, la materia dei diritti connessi - dovuti da chi riproduce musica in pubblico: radio, tv, siti Internet, locali ed esercizi commerciali - riveste importanza sempre più strategica per l'industria discografica (e per gli artisti): anche in Italia, dove secondo i dati IFPI 2013 hanno rappresentato in media il 15 % dei ricavi delle case discografiche.

    Sono sostanzialmente stabili le somme incassate e ripartite tra i consorziati della società di collecting SCF nel primo semestre del 2014: 7,7 milioni di euro (per quanto riguarda la quota spettante ai discografici) con esclusione dei diritti da copia privata che risultano invece essere in crescita. Nel contesto di una congiuntura economica decisamente negativa la tenuta si spiega con un forte recupero di sacche di evasione nell'area dei pubblici esercizi (tenuti a pagare, per la diffusione di musica registrata, non solo la SIAE ma anche l'organizzazione che rappresenta case discografiche e artisti interpreti). SCF segnala anche la firma di nuovi accordi nel settore dello sport e una maggiore regolarizzazione di eventi come concerti, dj set e altre manifestazioni che hanno luogo sul territorio.

    Nel corso di una riunione che si è tenuta ieri a Milano, SCF ha presentato a consorziati e mandanti  l'accordo recentemente firmato con Nuovo IMAIE e Itsright, già notificato alla Presidenza del Consiglio e in grado di sbloccare dopo una lunga fase di negoziati e contenziosi giudiziari acconti destinati agli artisti per un valore di quasi 20 milioni di euro.

    Come noto, la materia dei diritti connessi - dovuti da chi riproduce musica in pubblico: radio, tv, siti Internet, locali ed esercizi commerciali - riveste importanza sempre più strategica per l'industria discografica (e per gli artisti): anche in Italia, dove secondo i dati IFPI 2013 hanno rappresentato in media il 15 % dei ricavi delle case discografiche.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.