Lollapalooza, anche negli Usa braccialetti per fare acquisti senza contante

All'insegna del motto "Lolla Cashless", Lollapalooza - in programma dall'1 al 3 agosto a Chicago con OutKast, Eminem e Kings Of Leon nel ruolo di headliner - è il primo festival americano a usare il sistema di identificazione in radiofrequenza (RFID) per scoraggiare i pagamenti in contanti negli stand che vendono cibi, bevande e altre merci nell'area in cui si svolge la manifestazione. Gli spettatori che hanno acquistato un biglietto in prevendita ricevono un braccialetto da polso che incorpora in un microchip la tecnologia RFID e a cui possono essere inviati i dati relativi alle proprie carte di credito o bancomat una volta che il cinturino è stato registrato online. Tutti i punti di ristoro e gli altri stand  ubicati sul sito del festival posseggono un apparecchio POS (Point Of Sale) sulla cui superficie il consumatore può "strisciare" il proprio braccialetto e digitare un codice PIN per effettuare un pagamento che verrà automaticamente addebitato alla sua carta. Fatto importante - considerata la volatilità delle connessioni Internet in certi luoghi all'aperto - il bracciale funziona anche offline, e quindi il POS può archiviare le informazioni relative alla transazione fino a quando la connessione stessa riprende a funzionare regolarmente.

La tecnologia RFID è già stata utilizzata da grandi festival americani come Coachella, Bonnaroo e South by Southwest per evitare la falsificazione dei biglietti e promuovere concorsi digitali organizzati dagli sponsor; Lollapalooza però è il primo evento di questo genere a farne uso per sviluppare il commercio senza denaro contante nell'area in cui hanno luogo i concerti.

Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.