NEWS   |   Industria / 30/06/2014

UK: più donne che uomini nel settore musica e spettacolo

UK: più donne che uomini nel settore musica e spettacolo

Sono più donne che uomini, nel Regno Unito, le persone che lavorano nel settore della musica, delle arti visive e dello spettacolo: 51,2 % contro 48,8 %, 124 mila addetti a fronte di 119 mila, secondo l'ultimo censimento governativo ripreso da Music Week che però - fattore importante e discriminante - non dà conto di quante siano le rappresentanti del sesso femminile ad occupare posizioni di potere o al vertice della scala gerarchica. L'unico altro settore dell'industria creativa britannica a impiegare più donne che uomini è quello dei musei, delle gallerie d'arte e delle biblioteche (68,4 %), mentre nel comparto a maggiore impiego - quello della Information Technology, del software e dei servizi per computer, 550 mila impiegati nel 2013 - le donne rappresentano solo il 19,4 %.

Preoccupante, invece, il dato che emerge dalla distinzione per razza: nel comparto musica, arti visive e spettacoli gli impiegati di colore, di origine asiatica o appartenenti a minoranze etniche sono solo il 6,7 %. In sostanza, 19 occupati su 20 sono di pelle bianca.