Ashley Hutchings (Fairport, Albion Band) a Firenze per un disco anglo-italiano

Ashley Hutchings (Fairport, Albion Band) a Firenze per un disco anglo-italiano
Approfittando di un tour italiano della sua Albion Band, il pioniere del folk-rock britannico Ashley Hutchings (fondatore di Fairport Convention e Steeleye Span) si è rimesso al lavoro su un progetto discografico di prossima pubblicazione ispirato ai legami storici e alle contaminazioni culturali esistenti tra Italia e Gran Bretagna. L'idea, da lui concepita, è stata sviluppata dall'ex Fairport in collaborazione con l'eclettico Ernesto De Pascale, giornalista radiotelevisivo, ma anche produttore discografico e cantautore: dopo una prima fase di registrazioni completate in Inghilterra a fine novembre, le session sono proseguite presso gli studi Larione 10 di Bagno a Ripoli, nei pressi di Firenze.
Tra i numerosi personaggi coinvolti nel progetto figurano altri membri della Albion Band come il sassofonista/polistrumentista Pete Zorn (già nei New Christy Minstrels e collaboratore abituale di Richard Thompson), il chitarrista Ken Nicol e il violinista-tastierista Joe Broughton, nuovi acquisti del gruppo come la cantante-chitarrista Jo Hamilton e il batterista Clive Bunker (membro originario dei Jethro Tull), la folk singer/cantautrice italiana Emma Tricca (di base a Londra, e pupilla di luminari come Odetta e John Renbourn), la violista fiorentina Giulia Nuti e il giornalista/conduttore radiofonico/musicista Emiliano Li Castro, che in studio ha suonato la marranzana, lo scacciapensieri siciliano.
Il marchio di produzione di De Pascale, Il Popolo del Blues, curerà prossimamente anche un album-tributo di artisti vari dedicato ai Fairport Convention e alle loro radici musicali.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.