Mercato inaffidabile, Moody's svaluta i 'Bowie Bonds'

Mercato inaffidabile, Moody's svaluta i 'Bowie Bonds'
La crisi del mercato discografico mondiale trascina i bonds del Duca Bianco verso il baratro dei titoli “spazzatura”, quelli su cui le agenzie e le società di consulenza internazionale sconsigliano fortemente di investire.

Dopo accurata analisi della situazione, il Servizio Investitori di Moody’s ha infatti deciso di abbassare pesantemente il “rating” delle obbligazioni emesse da Bowie, garantite dalle royalty e dai diritti editoriali che l’artista inglese percepisce sulle vendite del suo catalogo discografico (vedi News). E il motivo principale della decisione risiede proprio nelle proiezioni poco ottimistiche che riguardano il futuro immediato della musica registrata, oltre che nella quasi contemporanea svalutazione finanziaria di una società presentatasi come garante dell’operazione (il nome è coperto da riservatezza, ma sembra trattarsi della casa discografica EMI).
Lanciati nel 1997 come soluzione pionieristica di autofinanziamento artistico (che da allora, in verità, ha fatto pochi proseliti), i bond di David Bowie sono emessi dalla società Jones/Tintoretto Entertainment Company (Jones è il vero cognome dell’artista) sotto forma di titoli decennali garantiti finanziariamente da un catalogo di 287 canzoni, per un valore che oggi tocca i 55 milioni di dollari.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.