Patty Pravo,
rivelazione choc
a 'Rockstar':
'La sera prima
di morire,
Jimi Hendrix
mi ha detto...'

Patty Pravo,rivelazione choca 'Rockstar':'La sera primadi morire,Jimi Hendrixmi ha detto...'
“Prima della sua fine sono stata due giorni con Jimi Hendrix a Parigi. Mi disse che era costretto dal personaggio che gli avevano costruito intorno. Costretto dalle pantomime della musica. Era stanco. Poi la sera prima che si accoppasse mi telefona piangendo e mi fa: Ma se io devo andare avanti così a mordere le corde delle chitarre e dargli fuoco, è meglio che m'ammazzo”.

Così inizia l'intervista di Gianni Ruggio all'Ultima Diva, che sarà pubblicata da “Rockstar” in edicola a fine marzo. Pubblichiamo un estratto della conversazione, per gentile concessione della rivista diretta da Massimo Cotto.
Hendrix si drogava, e anche lei lo ha fatto ed è finita in galera nel '91: cosa ne pensa della proposta di legge di Fini?
“Continuo a dire che prima di dormire mi faccio uno spino perché mi concilia il sonno. Che mi mettano dentro, io devo dormire. E allora l'alcol? Si vendono liberamente superalcolici in autostrada, non è peggio? Si incita alla morte con il beneplacito dello stato. La droga comunque è una questione assolutamente personale”.
In passato ha anche detto che la droga certe volte non si può rifiutare, se non altro per cortesia. Le dà anche una connotazione sociale?
“Mi è successo una volta e ho smesso di frequentare certa gente, certi Vip. La coca ti brucia le cellule celebrali, ti arriva tagliata e piena di schifezze. Per certi versi preferisco l'eroina. Nel '68 le persone erano in una grande crisi personale e ci si drogava forse per uscire da quelle situazioni. Chi doveva morire è morto, gli altri ne sono usciti tutti fuori. Mario Schifano si faceva, ma non ne aveva bisogno”.

Quest'anno è stata tentata da Sanremo?
“Mi hanno chiesto di partecipare in tre forme: come concorrente, come ospite d'onore del premio alla carriera e in un gruppo di cinque Vip presentati insieme ai giovani che gli rifacevano i successi. Indegno. All'inizio, quando ho sentito che buttavano via tutto e mettevano dentro gente nuova, ho pensato che il festival potesse divenire una cosa interessante. Poi al pensiero di Mogol ho vomitato un po'...”.
Hai mai avuto delle vere rivali?
"I grandi non hanno rivali".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.