Sanremo: vende la compilation, l'edicola mangia spazio ai negozi di dischi?

Primi bilanci discografici, per il festival 2004: vende piuttosto bene il “marchio” Sanremo con la compilation singola, a doppio canale di distribuzione e a prezzo ridotto (13,90 euro), vendono molto meno gli album e i Cd singoli degli artisti in gara (anche se RaiTrade comunica oltre 5 mila download a pagamento dal sito www.cd.rai.it).

I dati aggiornati riguardanti la compilation aggiornati ad oggi, comunicati dalla stessa RaiTrade e da Self (distributore dell'album nei negozi di dischi), parlano di duecentomila copie già esaurite in edicola (dove il Cd è in ristampa) e di 100 mila pezzi smerciati nel canale “tradizionale”.

Vittorio Lombardoni, presidente della società di distribuzione milanese, si dichiara soddisfatto del risultato e fa una proiezione di 150 mila pezzi venduti nei negozi: “Ha inciso il prezzo ridotto, sicuramente, ma anche il fatto di avere finalmente un disco unico, con tutti gli artisti in gara e senza ospiti. Riteniamo di aver fornito un buon servizio a tutta la discografia: se consideriamo che il disco si trova contemporaneamente in 39 mila edicole e che lo scorso anno due compilation avevano venduto globalmente 60 mila pezzi, possiamo dire che si tratta di un grosso successo”. E avrebbe potuto esserlo anche di più, forse: a Rockol risulta che diversi centri commerciali, punti vendita della grande distribuzione e della catena Autogrill serviti dalla Self abbiano preferito approvvigionarsi il più possibile dai distributori di giornali e riviste, approfittando della possibilità di pagare l'Iva al 4 % invece che al 20 %. Possono farlo, avendo le licenze di vendita per tabelle merceologiche differenti: basta collocare il disco tra quotidiani e periodici, invece che negli scaffali destinati ai Cd, e il gioco è fatto. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.