Tower Records sopravvive: il 're' Solomon cede lo scettro ai creditori

Tower Records sopravvive: il 're' Solomon cede lo scettro ai creditori
Tower Records continua l'attività: chiusa una brevissima parentesi di amministrazione controllata (sei settimane appena), il fondatore della catena Russ Solomon, che in America molti considerano l'inventore del “retail” musicale specializzato, ha deciso di trattenere per sé il 15 % del capitale cedendo il restante 85 % ai creditori, che a loro volta hanno accettato di convertire i loro titoli obbligazionari in quote sociali.
In conseguenza dell'operazione, Tower ha ridotto i suoi debiti di 80 milioni di dollari, ma non è detto che i nuovi azionisti di maggioranza vogliano tenersela per sé invece di provare a collocarla sul mercato. Solomon resta in carica come presidente emerito e membro del cda: ma le traversie, per i negozi di dischi contraddistinti dalla celebre insegna giallorossa, potrebbero non essere finite.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.