Comunicato Stampa: Steve Howe in concerto a Milano il 17 marzo

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


STEVE HOWE
THE REMEDY TOUR

IL LEGGENDARIO CHITARRISTA DEGLI YES IN ITALIA!

MERCOLEDì 17 MARZO 2004
MILANO - TEATRO DINERS DELLA LUNA

A un anno esatto di distanza dal concerto degli YES al gran completo al Mazdapalace di Milano, ecco la possibilità di vedere di nuovo STEVE HOWE , in questo caso con il suo progetto solista, in compagnia dei Remedy.
Il chitarrista degli YES, che Rolling Stone ha recentemente inserito fra i 100 chitarristi di culto nella storia del rock, porta sul palco la sua ultima produzione ELEMENTS, un album di 6 canzoni, di cui molte strumentali, "un disco decisamente progressive rock, incentrato sulla chitarra, con qualche spunto preso da jazz e blues". In realtà entrambi i generi hanno ampio spazio in un lavoro che a tratti appare perfettamente in linea con il marchio YES e a tratti rivela un felice connubio di musica sofisticata che va oltre le facili classificazioni di genere.

Howe stesso riconosce di essere tuttora in una vena artistica molto felice: "Fortunatamente, la stessa energia che mi ha guidato nei miei primi anni, continua a non tradirmi. Inoltre ho la fortuna di vedermi riconosciuto uno status come chitarrista che non deve essere ogni volta ribadito, così posso permettere alle mie idee di concretizzarsi liberamente. Per di più ho anche l'appoggio fondamentale della mia famiglia". In effetti, parte di non poco conto nei REMEDY e in questo ultimo lavoro Elements, rivestono i due figli maggiori di Steve Howe, VIRGIL (tastiere e armonica) e DYLAN (batteria). Se i pezzi sono stati tutti scritti dal padre, è lui stesso ad ammettere che l'apporto della band (oltre a Dylan e Virgil, RAY FENWICK alla seconda chitarra e DERRICK TAYLOR al basso) è stato fondamentale nel definire i dettagli e il suono finale.
"Il rock progressivo è soggetto a continua evoluzione. I Remedy hanno messo a fuoco tutto ciò che mi ha influenzato negli anni, hanno contribuito a mettere a punto il ritmo e l'armonia, il cuore della musica, tutto ciò che serve a raggiungere l'obiettivo principale, cioè l'esperienza sonora. Elements è vicinissimo a questo obiettivo."

La stessa "esperienza sonora" che Steve Howe promette di ricreare dal vivo, al TEATRO DINERS della LUNA di Milano nell'unico concerto italiana che fa partesi un tour europeo di pochissime date, partito da Coventry in Inghilterra il 2 Marzo, per concludersi il 20 a Barcellona.

Formazione:
Steve Howe: guitars, vocals
Virgil Howe: keyboards, harmony vox Ray Fenwick: seconda chitarra
Derrick Taylor: basso Dylan Howe: batteria

BIGLIETTI: 30 - 25 - 20 EURO + PREV

Per maggiori informazioni visita www.barleyarts.com

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.