Sanremo, la conferenza quotidiana (1): prime dichiarazioni

Il tavolo della conferenza stampa ospita oggi una sfilata di vecchie glorie della canzone italiana: Marcella Bella, Albano Carrisi, Toto Cutugno, Mino Reitano, Bobby Solo. Fabrizio Del Noce annuncia di aver accettato, stamattina, il Tapiro di “Striscia” e di aver fatto pace con Valerio Staffelli. E parla esplicitamente di “boicottaggi” in merito agli ospiti internazionali che non hanno accettato di intervenire a questa edizione del Festival; poi disordinatamente accenna alla crisi della musica leggera, alla controprogrammazione (assolutamente legittima), al fatto che Sanremo sta perdendo la cua connotazione di Evento Assoluto. Rimanda a un bilancio finale la riflessione sugli ascolti complessivi, e torna a sottolineare la qualità del prodotto televisivo “che è un progetto di rinnovamento”: “I Festival del futuro non saranno mai più come i Festival del passato, la chiave sarà diversa, non vedremo più Morandi contro Celentano”.
Simona Ventura: “Siamo tutti qui, oggi: solo i vigliacchi scappano, ci mettiamo la faccia quando le cose vanno bene e quando vanno male. E ringraziamo la stampa per le belle parole che ha avuto per il nostro lavoro e per quello degli autori. Cinque serate sono tante, e quella di stasera sarà ancora una volta 'sperimentale'. Ritornano i 22 cantanti in gara per proporre pezzi del repertorio storico sanremese, ci saranno molti filmati, molti contributi, una canzone di Paola Cortellesi... Una trasmissione ricca di contenuti, e di sorprese: ad esempio, Toto Cutugno canterà 'Salirò' di Daniele Silvestri. Rivedremo alcune vallette del passato: non siamo riusciti a trovare Maria Pia Biscotti che è stata di ispirazione alla Cortellesi per la sua Cotogna Cutugna, e lanciamo un appello stile 'Chi l'ha vista'...”
Arriva Natalie Cole, proprio mentre Albano Carrisi risponde alle prime domande: “Ho visto il Festival, mi sono divertito, ha dato spazio a tanti giovani” dice. E Cutugno: “Ho sentito voci straordinarie e ho visto grandi personalità... io quando venivo a Sanremo me la facevo sotto! E il direttore d'orchestra è stato strepitoso, nel realizzare tanti arrangiamenti in così poco tempo. Sulle canzoni ho invece delle perplessità: ho sentito bei testi su melodie scarse, buone melodie con testi scadenti. A questi ragazzi bisogna insegnare a lavorare sulle canzoni. Tony Renis ha fatto un miracolo, comunque: lo dico sinceramente”. Marcella Bella: “In questo Festival ci sono alcuni ragazzi bravi, qualche clone, conduttori bravissimi... e due canzoni di mio fratello. Questo Festival non va lasciato morire, fa parte della nostra storia”. Mino Reitano: “Applaudiamo questo Festival: qui è stato fatto un rinnovamento che va rispettato. Noi siamo persone che hanno fatto la storia della canzone italiana, abbiamo partecipato ai grandi Festival del passato; possiamo dire che questi ragazzi sono preparatissimi”. Bobby Solo: “Non posso che essere d'accordo con i miei colleghi ed elogiare l'amico Tony Renis per il suo coraggio. Volemose bene!”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.