Amazon lancia Prime Music, servizio di musica in streaming

Un articolo del New York Times ha anticipato di alcune ore la cosa, che ora è ufficiale. Amazon ha appena lanciato Prime Music, il proprio servizio di musica in streaming (per competere, ovviamente, con Spotify, Deezer e le altre entità simili).
Prime Music è riservato ai soli iscritti al servizio Amazon Prime (che costa 99 dollari all'anno e - al momento - include già l'accesso a ebook e film, tra le altre cose).

Il servizio è incluso gratuitamente nel citato pacchetto Prime e non ci sarà pubblicità inserita negli ascolti. Fin qui sembra - a parte il prezzo dell'abbonamento, che potrebbe scoraggiare alcuni utenti, ma è spiegabile con l'idea di coinvolgere ascoltatori casuali, più che quelli abituali - quadrare tutto.
Il vero problema sembrerebbe il fatto che, laddove Sony e Warner Music hanno confermato un accordo con Amazon per concedere i loro cataloghi in streaming, la stessa cosa non è accaduta con Universal. Quindi ciò significa che alcune delle uscite più forti e degli artisti più seguiti non saranno presenti nel servizio di Amazon (due su tutti: Kanye West e Lady Gaga, tanto per capire l'ordine di importanza della faccenda). 
Un altro malus, segnalato dal NY Times: non è prevista l'inclusione, tra gli streaming, di nuove uscite - solo dischi di catalogo.

Al momento Prime Music sembra avere il suo focus principale puntato sulle playlist e Amazon ne ha già messe a disposizione parecchie, assemblate e curate appositamente per andare incontro ai gusti di potenziali ascoltatori differenti.

Peraltro questo tipo di piattaforma musicale per Amazon era nell'aria da tempo, ma è andata incontro a numerosi intoppi e ritardi per via di problematiche sui diritti e la difficoltà di chiudere - in modo soddisfacente - le negoziazioni sulla questione del licensing.
Amazon ha nei suoi piani la pubblicazione di app dedicate a Prime Music, supportate da Kindle Fire, iOS, Android, PC e Mac. Ogni app consentirà la riproduzione offline.

Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.