Al via il Festival della Musica di Mantova

Al via il Festival della Musica di Mantova
E' iniziata ieri la prima edizione del Festival della Musica di Mantova, organizzato da Nando Dalla Chiesa. La giornata di apertura ha visto le prime esibizioni sul palco del teatro Ariston (omonimo del teatro sanremese), dove hanno suonato Elio e le Storie Tese, Acustimantico, Eugenio Finardi, Marco Paolini e i Mercanti di Liquori, Razzo, Rosybyndy, Stefano Vergani, Vallanzaska. Contemporaneamente in Piazza Sordello teneva banco il Tora! Tora! (il festival ideato da Manuel Agnelli) sul cui palco si sono esibiti alcuni degli artisti più rappresentativi della scena rock italiana come Midwest, Cristina Donà, Modena City Ramblers, Julie's Haircut, Cesare Basile, Verdena, Yuppie Flu e Zu, davanti, secondo quanto riportato da “Il Messaggero”, a circa duecento persone. Secondo gli organizzatori, contattati telefonicamente da Rockol, la serata avrebbe contato tra le 5000 e le 6000 presenze. Da Mantova giungono molte dichiarazioni contro il Festival di Sanremo ed a favore della musica alternativa. Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, attribuisce a Sanremo la definizione di “cadavere eccellente che funziona solo per la macchina promozionale del sistema discografico”; Cisco dei Modena City Ramblers rincara la dose affermando che “quel festival non rappresenta la musica italiana da almeno vent'anni ed è solo un meccanismo che ti usa per una settimana e poi ti butta via”; infine Elio e le Storie Tese (orfani di Rocco Tanica che ha preferito la manifestazione ligure) giudicano la proposta musicale del Festival di Mantova di altissimo livello, anche se “la formula del Sanremo di quest'anno potrebbe essere buona con l'assenza delle supercariatidi, e la presenza di tanta gente che non si sa chi sia”. (Fonti: “Il Messaggero”, “Corriere della Sera”, “Il Giorno”)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.