Per Universal dieci pezzi (distribuiti) a Sanremo

Adriano Pappalardo, Daniele Groff, Dj Francesco, Mario Rosini, Mario Venuti, Marco Masini, Neffa, Stefano Picchi, Massimo Modugno coi Gipsy Kings, Morris Albert con Mietta: alla fine sono dieci i distribuiti sanremesi di Universal, la casa discografica che pure, in aderenza al dettato dell’associazione di categoria Fimi, si era ufficialmente “disimpegnata” dal festival (vedi News).
“Sono tutti artisti che non abbiamo presentato noi, appunto: ma non potevamo certo impedire alle etichette distribuite di partecipare” dice Piero La Falce, presidente e amministratore delegato della major. Che, a differenza dei suoi colleghi in Fimi, ha mantenuto un atteggiamento collaborativo nei confronti della Rai e di Tony Renis, non solo dandosi da fare per portare all’Ariston alcuni ospiti internazionali, ma anche garantendo le licenze necessarie a confezionare la compilation del festival. “Ho spinto perché il disco, finalmente unico e in vendita a prezzo ridotto (13,90 euro), venisse distribuito anche nei negozi (dalla Self, vedi News): i rivenditori non meritavano di essere tagliati fuori da questa opportunità”, spiega La Falce. “Come imprenditore”, aggiunge, “ho ritenuto giusto non tirarmi indietro da un’operazione potenzialmente di successo. Lo stesso vale per gli ospiti: i Black Eyed Peas vengono a Zurigo e hanno un giorno libero prima di ripartire per Los Angeles. Perché non avrei dovuto proporgli di passare da Sanremo?”. La Falce lo ammette: “La mia è un’operazione al limite, ‘on the edge’, come dicono gli americani: ho cercato di conciliare il rispetto di una posizione associativa di mancata partecipazione alla gara con un’apertura nei confronti della Rai e dell'organizzazione, tenendo di vista anche gli interessi della mia azienda". Perché non distribuire direttamente la compilation, a quel punto? “Facendolo, quel limite lo avrei oltrepassato”.
Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.