U2, Bono e The Edge nel consiglio di amministrazione della Fender

U2, Bono e The Edge nel consiglio di amministrazione della Fender

Scegliere di entrare a far parte del board di un colosso mondiale della manifattura di strumenti musicali lo stesso anno nel quale si dovrebbe pubblicare un nuovo disco potrebbe apparire, di primo acchito, una mossa non esageratamente strategica, ma loro - del resto - alle agende piene sono più che abituati, da almeno trent'anni a questa parte: il frontman e il chitarrista degli U2, Bono e The Edge, sono entrati a far parte del consiglio di amministrazione della Fender Musical Instruments Corporation, il leggendario marchio che ha consegnato agli annali - tanto per citare il modello più famoso - l'immortale Stratocaster che aiutò Jimi Hendrix a scrivere la storia del rock moderno.

"The Edge è un innovatore", ha commentato il co-presidente del gruppo Mark Fukunaga, "E Bono è un visionario con un ottimo senso degli affari, che non mancherà di aiutare la nostra società a raggiungere i suoi obiettivi". "Mi sento un bambino in un negozio di dolci", ha commentato - non a caso - il chitarrista: "Sono un fan della Fender fin dagli inizi, e ho sempre suonato le sue chitarre su tutti i dischi degli U2. La cosa che mi interessa di più è lavorare con il team di ricerca e sviluppo sulle idee per i nuovi modelli".

"Comunque la si veda, il marchio Fender non è solo sinonimo di eccellenza nella manifattura, ma un pezzo di storia americana, da Hendrix a Bill Frisell", sono state le parole di Bono: "Amano la musica, sono indipendenti, e fieri di essere americani: sono eccitato di essere stato chiamato a farne parte".

    Scegliere di entrare a far parte del board di un colosso mondiale della manifattura di strumenti musicali lo stesso anno nel quale si dovrebbe pubblicare un nuovo disco potrebbe apparire, di primo acchito, una mossa non esageratamente strategica, ma loro - del resto - alle agende piene sono più che abituati, da almeno trent'anni a questa parte: il frontman e il chitarrista degli U2, Bono e The Edge, sono entrati a far parte del consiglio di amministrazione della Fender Musical Instruments Corporation, il leggendario marchio che ha consegnato agli annali - tanto per citare il modello più famoso - l'immortale Stratocaster che aiutò Jimi Hendrix a scrivere la storia del rock moderno.

    "The Edge è un innovatore", ha commentato il co-presidente del gruppo Mark Fukunaga, "E Bono è un visionario con un ottimo senso degli affari, che non mancherà di aiutare la nostra società a raggiungere i suoi obiettivi". "Mi sento un bambino in un negozio di dolci", ha commentato - non a caso - il chitarrista: "Sono un fan della Fender fin dagli inizi, e ho sempre suonato le sue chitarre su tutti i dischi degli U2. La cosa che mi interessa di più è lavorare con il team di ricerca e sviluppo sulle idee per i nuovi modelli".

    "Comunque la si veda, il marchio Fender non è solo sinonimo di eccellenza nella manifattura, ma un pezzo di storia americana, da Hendrix a Bill Frisell", sono state le parole di Bono: "Amano la musica, sono indipendenti, e fieri di essere americani: sono eccitato di essere stato chiamato a farne parte".

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.