Apple ha comprato Beats Music

Apple ha comprato Beats Music

La notizia era nell'aria, come riferito recentemente da Rockol, ma la conferma è arrivata solo poco fa: con un comunicato, Apple ha annunciato di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione di Beats Music, il servizio di abbonamento di musica in streaming, "acclamato dalla critica", e di Beats Electronics, che produce le popolari cuffie, gli speaker e software audio Beats.

"Come parte dell'acquisizione" - recita la nota per i media - "i co-fondatori di Beats, Jimmy Iovine e Dr. Dre entreranno a far parte di Apple. Apple sta acquisendo le due società per un totale di 3 miliardi di dollari, costituito da un prezzo di acquisto di circa 2,6 miliardi di dollari e di circa 400 milioni dollari che matureranno nel corso del tempo".

Secondo le previsioni degli addetti ai lavori l'accordo sarà definitivamente perfezionato e chiuso il 30 settembre prossimo, in corrispondenza della chiusura del quarto quadrimestre del fiscal year di Apple.

E' indicativo come nel comunicato stampa sia citato per primo Beats Music, mentre Beats Electronics è secondo. Di primo impatto sembra una bizzarria, visto che Beats Electronics è ben consolidato come marchio nel mondo di cuffie audio, casse e software musicale - mentre Beats Music è un servizio di streaming che è stato lanciato solo il 21 gennaio scorso e ha un numero di iscritti che, a seconda delle fonti, oscilla al momento tra i 111.000 e i  200.000,  per cui non è esattamente una macchina da guerra.
In realtà tutto acquista un senso se si pensa che la mossa di Apple - stando agli insider - dovrebbe essere volta in primo luogo a potenziare la presenza di Apple nel mercato della musica in streaming; Cupertino, infatti, gradualmente vorrebbe allontanarsi dai download (che erano il core business di iTunes e sono in declino), per spostarsi verso queste nuove frontiere.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.