Morgan, nuovi guai con la legge: accusato di oltraggio a pubblico ufficiale

Morgan, nuovi guai con la legge: accusato di oltraggio a pubblico ufficiale

Nuovi guai con la legge per Morgan che, secondo quanto riportato da Il Giorno dovrà rispondere adesso dell'accusa di oltraggio a pubblico ufficiale. Il cantautore e giudice di X Factor  dovrà presentarsi al Tribunale di Monza il prossimo 25 novembre perché accusato di aver insultato i due poliziotti che nel novembre del 2011 arrestarono Luis Fernando Magliano, il 30enne uruguaiano trovato in possesso di tre grami di cocaina all'ingresso del palazzo dove Morgan risiede

Al momento dell'arresto, il sudamericano dichiarò di avere un appuntamento con il leader dei Bluvertigo per saldare un debito di lavoro; Morgan stesso aveva fornì la stessa versione dei fatti, ma non risultando sufficentemente convincente, il magistrato rinviò a giudizio l'artista per il reato di favoreggiamento.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.