Dopo 30 anni tornano i Biglietto per l’Inferno con un cofanetto

Dopo 30 anni tornano i Biglietto per l’Inferno con un cofanetto
A 30 anni dallo scioglimento, torna il sestetto lecchese Biglietto per l’Inferno. Il prossimo 13 marzo alle 18.30 presso la Fnac di Milano (Via Torino) verrà infatti presentato un loro cofanetto con doppio Cd, Cd live, DVD e libro (il tutto in tre versioni: italiano PAL, inglese PAL e inglese NTSC; nei negozi a 70 euro e su Internet a 53 euro). “L’idea di riunirci per festeggiare il trentennale con un oggetto così prezioso è nata per caso”, racconta Giuseppe “Baffo” Banfi, ex tastierista del gruppo, “dopo che Mauro ha ritrovato un audio-cassetta con la registrazione di un nostro concerto nel 1974, durante una tournée con gli UFO, trio inglese di rockettari allora molto in voga coi quali abbiamo fatto cinque date”. Il libro inserito nel cofanetto vede la partecipazione di Massimo Cappon, che collabora a Sette, supplemento del Corriere della Sera, e Giordano Casiraghi, critico musicale che ha scritto la seconda parte del volume, “Non solo Biglietto”, descrivendo il panorama musicale di quegli anni (fra il 1972 e il 1974). In occasione della presentazione alla stampa e al pubblico, due band emergenti, gli Ubi Maior di Milano e i Gas di La Spezia, oltre al gruppo acustico dove suonano l’ex batterista e l’ex tastierista del Biglietto per l’Inferno, alterneranno racconti e curiosità dei protagonisti con alcuni arrangiamenti dei brani più celebri del gruppo, come “Confessione” e “Il tempo della semina”. Per l’occasione i Biglietto per l’Inferno proporranno una sorta di “Prog day”, invitando i protagonisti che con la band lecchese hanno diviso i palcoscenici di quel periodo, come Claudio Rocchi, Franz Di Cioccio (PFM), Patrizio Fariselli (Area), Madrugada e Eugenio Finardi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.