Dopo l'arresto Faith Evans ammette d'essere drogata e va in clinica

Dopo l'arresto Faith Evans ammette d'essere drogata e va in clinica

Faith Evans ha ammesso di fare uso di stupefacenti ed ha accettato di farsi ricoverare, assieme al marito Todd Russaw, in una clinica specializzata nella disintossicazione. I due, come riportato da Rockol lo scorso 29 gennaio, erano stati arrestati per possesso di marijuana e cocaina e rinchiusi nel penitenziario di Fulton County. La coppia dovrà attentamente seguire un programma anti-droga dalla durata di tredici settimane; se riuscirà a portarlo sino alla fine con successo, il tribunale deciderà di archiviare le accuse. Programmi di questo genere solitamente prevedono controlli “random” a qualsiasi ora e giorno; se il testato viene trovato positivo, il risultato viene subito comunicato al giudice. La cantante R&B statunitense, trent’anni, è la vedova dello scomparso rapper Christopher Wallace, più noto come Notorious BIG, ucciso da colpi d’arma da fuoco esplosi da un’auto in corsa nel marzo 1997.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.