Esce anche in Italia il secondo album di Howie Day: 'Sul mio sito i fan si scambiano i bootleg dei miei concerti'

E' uscito in questi giorni in Italia il secondo disco del giovane rocker nordamericano Howie Day, 22 anni, “Stop all the world now”.

Il debutto “Australia”, registrato indipendentemente nel 1999 con il produttore Mike Denneen (Aimee Mann, Guster, Letters To Cleo), gli aveva procurato un Boston Music Award come miglior album cantautorale di debutto e nel 2002 un Award come miglior cantautore maschile. E' stata poi la partecipazione alla colonna sonora del film “I am Sam”, in cui ha reinterpretato “Help!” dei Beatles, affianco a nomi come Eddie Vedder, Nick Cave e Sarah McLachlan, a dargli una discreta notorietà internazionale. Il nuovo “Stop all the world now” uscirà per una major e vede in fase di produzione Youth, ex bassista dei Killing Joke. “Sono molto felice che abbia accettato di produrre il mio album”, ha dichiarato emozionato Howie Day durante un'intervista rilasciataci questa mattina. “Ha lavorato con artisti come Dido e i Crowded House, oltre ad aver prodotto uno dei miei album preferiti: 'Hurban hymns' dei Verve. La critica mi ha accolto subito bene, forse perché cerco di non inseguire nessuna moda. Spero che questo nuovo lavoro abbia gli stessi riscontri”. Dal vivo Howie Day si è sempre presentato accompagnato solo dalla chitarra acustica e da un loop sampler con cui si divertiva a sovraincidere parti strumentali e vocali, creando una sorta di orchestra invisibile. Da ora però inizia un nuovo corso live con una band di tutto rispetto, fra cui l'ex bassista dei Verve, Simon Jones, e il chitarrista dei Jump Little Children, Jay Clifford. Il singolo di lancio è “Perfect time of day”. Di cosa parla? “Di cose che finiscono e altre che iniziano. L'ho scritta il giorno del mio ventunesimo compleanno, in cui ho capito quanto la vita sia fragile e come sia importante saper valorizzare ogni momento della nostra esistenza. Di solito tenderei a non far uscire dei singoli, preferisco che la gente apprezzi tutte le canzoni dell'album, ma chiaramente entra in ballo anche la decisione dell'etichetta. Un singolo serve a dare l'impronta di chi sei, preparando all'ascolto all'album”. C'è poi una canzone dal titolo curioso, “Sunday Morning Song”. “Il titolo simboleggia l'entusiasmo giovanile e il messaggio è più o meno questo: finché sei giovane divertiti più che puoi, come mi diceva sempre mio nonno. La domenica è un giorno particolare: dopo i bagordi del sabato sera c'è il rilassamento della domenica mattina”. Howie Day suona e compone sia con la chitarra che con il pianoforte, e questa volta si è avvalso anche della presenza di un'orchestra di 25 elementi. “Dà un tocco di qualità all'album, un valore aggiunto, rende le canzoni più sensuali. E' stato gratificante il giorno che sono entrato in studio, trovando una grande orchestra che suonava, wow, proprio una mia canzone”. Negli ultimi quattro anni Howie Day ha fatto da supporter ad artisti come Tori Amos, Sheyl Crow e Jack Johnson. Cosa ti hanno insegnato? “Ad essere me stesso. Sono state tutte esperienze molto istruttive. Tori, ad esempio, mi ha dato ottimi consigli, di cui mi sono ricordato una volta in studio. Mi diceva che, quando si registra un disco, è fondamentale rimanere fedeli alla propria visione artistica. Mi ha aiutato a capire che il più grande errore che potevo fare era quello di ignorare i miei istinti”. E della scena musicale attuale cosa pensa? “Qualche volta la trovo piatta, ci sono alti e bassi. Qualche esordio folgorante oppure i mostri sacri che cercano qualcosa di più profondo da esprimere con la loro musica. E' un periodo in cui stanno emergendo molti singer songwriter, come Damien Rice ad esempio, a cui viene dato molto spazio. Ma non è certo per questo motivo che ho scelto di essere un cantautore”. Una curiosità legata alla promozione della sua musica è l'innovativo Rep Program, inventato dal suo manager Shawn Radley, secondo cui i fan che andavano ai primi concerti ricevevano dieci dischi in conto vendita. Chi riusciva a vendere tutti e dieci i dischi poteva assistere gratis ai concerti successivi. Una sorta di gioco che ha alimentato un rapido ed efficace passaparola, oltre a creare uno zoccolo duro abbastanza numeroso per un esordiente. E i fan adesso possono contare sul sito www.thehdtb.com, l'Howie Day Trading Board, che permette loro di scambiarsi i concerti on-line. “Dal momento in cui qualcuno registra un concerto dal vivo, o lo scarica da Internet, per un artista può essere un grande canale promozionale, tranne quando ovviamente fa uno show orribile… Non va bene quando si arriva alla speculazione, quando cominciano a metterli in vendita magari in piccoli negozi. E' chiaro che gli uffici legali della Sony sono interessati a combattere questa forma di pirateria, ma fin quando è fatta senza fini di lucro credo che sia una cosa giusta. Non suono mai un brano due volte nello stesso modo ed è interessante vedere, proprio grazie alla diffusione dei bootleg, come può cambiare il percorso di una canzone”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.