Concerti, Milano City Sound 2014: 'Per far tornare Milano capitale musicale'

Concerti, Milano City Sound 2014: 'Per far tornare Milano capitale musicale'

E' stata una presentazione più tecnica che altro - essendo il cartellone già stato quasi completamente annunciato, eccezion fatta per Avril Lavigne (in via di ufficializzazione nelle prossime ore) e altri tre nomi (due stranieri, legati uno all'hip hop e l'altro alla dance, e uno italiano), a spizzichi e bocconi nel corso dei passati mesi - quella dell'edizione 2014 dell'Alfa Romeo Milano City Sound, manifestazione che tre anni fa raccolse il testimone del Milano Arena Music dopo la clamorosa rottura con l'ex assessore Stefano Boeri.

E proprio dalla ritrovata armonia tra la società guidata da Vittorio Quattrone - un tempo la Four One, oggi la CitySound&Events - e l'amministrazione meneghina si parte: se da un lato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno sottolinea come l'impegno di Palazzo Marino in questa iniziativa si volto a riportare Milano "ad essere considerata tra le capitali musicali europee", allontanandola dallo stereotipo della metropoli "che in estate chiude per ferie", dall'altro il patron della rassegna ringrazia le istituzioni "per il patrocinio attivo" erogato per la terza edizione, dichiarandosi disposto a mettere a disposizione parte dell'area dell'Ippodromo del Galoppo occupata dal festival per comunicare le altre iniziative inerenti al mondo dello spettacolo - "teatro, sport, e anche musica, perché crediamo nella collaborazione e non temiamo la concorrenza", assicura il promoter - in programma nel capoluogo lombardo nel corso della prossima bella stagione. Con una rassicurazione per chiunque sia costretto a far convivere la passione per le sette note con quella per il calcio: "Per tutta la durata dei mondiali lo spazio che occuperemo manderà su megaschermo - in una zona aperta a tutti, a prescindere dal possesso del biglietto per il concerto in programma - le partite del torneo".

Eccezion fatta per qualche piccolo rimpianto - "Con Live Nation abbiamo provato in tutti i modi di assicurarci Pharrell Williams, ma il suo management ha deciso di escludere l'Italia dall'itinerario del tour" - lo scenario descritto da Quattrone e Del Corno somiglia molto a una rinascita: "I promoter nazionali, quest'anno, sono stati coinvolti tutti, e abbiamo anche un paio di nuovi nomi, coi quali abbiamo iniziato a collaborare per questa edizione. E proposte ci sono state fatte pervenire addirittura direttamente dall'estero. E al fronte di una proposta di spettacoli da parte dei management di fatti raddoppiata rispetto allo scorso anno, far cambiare pelle a questo festival per noi è stata una necessità".

Fondamentale è stata la scelta della venue: "Molto più versatile dell'Arena Civica, che ci ha permesso di elaborare un allestimento ad assetto variabile capace di adattare lo spazio a artisti di fama mondiale", spiega Quattrone, "I Linkin Park, da questo punto di vista, con un'affluenza stimata tra le 25 e le 30mila unità sono una prova generale: l'idea, per il prossimo anno, è quella di concentrare i nomi di spicco del cartellone a inizio giugno o tra la fine di luglio e l'inizio di agosto, in modo da ottimizzare gli sforzi di riassetto della location". Già, il 2015, anno dell'Expo, l'evento mondiale che - musicalmente parlando - ha già solleticato la fantasia di molti: "Per l'anno prossimo abbiamo già un paio di trattative avviate", ha precisato il promoter, "Sicuramente le potenzialità dell'Ippodromo, in termini di capienza, ci permetterà di compilare un cast che non mancherà di essere all'altezza".

A questo indirizzo è possibile consultare il calendario completo - comunicato ad oggi - dell'edizione 2014 dell'Alfa Romeo Milano City Sound.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.