Il Triangolo, esce domani 'Un'America': 'Vogliamo sperimentare'

Il Triangolo, trio formatosi a Luino nel 2010 e composto da Marco Ulcigrai (chitarra e voce), Thomas Paganini (basso e cori) e da Mauro Campoleoni (batteria e percussioni), torna in pista con una nuova fatica discografica. In occasione dell'uscita del disco, Rockol ha raggiunto telefonicamente il frontman della band, Marco, che ha presentato il nuovo album della sua band. A partire dal titolo, "Un'America" (esattamente come uno dei nove brani in esso contenuti): "Abbiamo deciso di puntare su questo titolo perché quando abbiamo scritto la canzone 'Un'America' abbiamo avvertito una sorta di cambiamento rispetto al sound e alla produzione che avevano caratterizzato il nostro precedente lavoro; ci siamo accorti di questa 'crescita' e abbiamo pensato che questo sarebbe potuto essere il leitmotiv dell'intero lavoro, anche se non tutte le canzoni contenute all'interno del nuovo disco si differenziano dalle sonorità di quelle contenute nel nostro album d'esordio. Abbiamo veramente scoperto 'l'America' e ci è piaciuto l'immaginario che questa 'scoperta' riusciva ad evocare, che rappresenta un po' anche il contrasto tra quella che è stata l'America prima della colonizzazione e quella che è diventata dopo la colonizzazione". Il disco raggiunge il mercato a circa due anni di distanza dalla pubblicazione del primo album in studio de Il Triangolo, "Tutte le canzoni": "In questi due anni siamo stati anzitutto impegnati nel tour di supporto al nostro primo album ed è proprio tra una data e l'altra che sono nati i nuovi brani", ha raccontato a tal proposito Ulcigrai, "prima di arrivare alla veste definitiva del disco abbiamo provato per molto tempo le canzoni in studio di registrazione: volevamo trovare qualcosa che fosse in grado di soddisfarci a pieno". Molti dei brani composti dal trio in questi due anni, tuttavia, sono stati scartati e solo nove di essi hanno avuto la fortuna di essere inseriti all'interno di "Un'America": "La tracklist del nuovo album è il frutto di una selezione molto attenta; tra le venti canzoni che avevamo scritto abbiamo deciso di sceglierne solamente nove, quelle più consone all'obiettivo che ci siamo posti quando abbiamo iniziato a pensare al nostro secondo album: quello del voler stupire, pur mantenendo un filo logico con 'Tutte le canzoni'. Abbiamo dunque scelto i brani più rockeggianti e frizzanti, ma anche alcuni che ricordano lo stile beat e anni Sessanta che tanto aveva caratterizzato il nostro primo album"; quanto al sound di "Un'America", poi, il frontman della band ha spiegato: "E' un sound più aggressivo, sporco, che trae ispirazione dai nostri ascolti più recenti, come Band of Skulls o i The Savages. E che rispecchia la nostra voglia di scoprire cose nuove, di sperimentare, appunto".

L'album è stato registrato in presa diretta, lo scorso marzo, presso il Sauna Recording Studio di Varano Borghi ed è prodotto da Sergio Maggioni: "E' stato il nostro produttore a proporci di registrare in presa diretta il disco", ha raccontato Marco, "durante le registrazioni si è creato un feeling, tra noi tre, che non si era venuto a creare in occasione delle registrazioni a sessioni separate di 'Tutte le canzoni'. La registrazione in presa diretta, poi, ha conferito al sound dell'album una certa compattezza". Il disco si apre con "Un'America", che tramite un immaginario selvaggio descrive una popolazione ai confini della terra, la stessa terra su cui si consuma l'amore passionale de "La playa"; le popolazioni nomadi che abitano i centri e i sobborghi delle grandi città sono invece le protagoniste di "Orarada" ed è sempre nelle città che rivive l'amore di "Varsavia" e la malinconia di "Martedì di settembre": "Con queste nove canzoni vogliamo creare una sorta di foto panoramica composta da tanti spezzoni che si uniscono l'uno all'altro", ha dichiarato a tal proposito Ulcigrai, "ci sono molte canzoni di questo disco che parlano di natura selvaggia e di popoli arcaici forse mai esistiti, di ciò che non è mai stato toccato dall'uomo e dall'occidentalizzazione; poi ci sono brani che parlano di grandi città, come 'Martedì di settembre', che parla di Milano. 'Un'America' rappresenta proprio il contrasto tra lo stato brado della natura e il puro Capitalismo, l'Occidente". Un tema, questo, che sarebbe stato molto caro agli intellettuali romantici (come facciamo notare al frontman del gruppo): "E' vero! E poi i testi dei brani, soprattutto quelli di 'Un'America' e di 'Icaro' nascondono anche molto esotismo, un volersi rifugiare in epoche passate, lontane".

Marco Ulcigrai & co. promuoveranno la loro nuova fatica discografica attraverso un tour, al momento comprendente solo sette date, che li porterà ad esibirsi in alcune delle città più importanti della Penisola: la partenza è fissata per domani da Milano (dove, in Santeria, la band sarà impegnata nello showcase di presentazione di "Un'America"). Poi sarà la volta di Napoli (08/05, George Best), Macerata (09/05, Festa dell'Europa), Varese (15/05, Twiggy), Roma (17/05, Fusolab 2.0), Vigonovo (24/05, Studio2), per poi ritornare a Milano (07/06, MI AMI).

(di Mattia Marzi)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.