Concerto del Primo Maggio 2014, Roma: Di Battista, Brunori, Frassica, Bertoli

Stefano Di Battista, insieme ai 50 sax del Conservatorio di Santa Cecilia, per il consueto omaggio della piazza alla musica colta - seppure in minore, per ragioni di budget, rispetto alle scorse edizioni - spazia dal "Concerto numero 3" di Vivaldi a "Bebop" di Dizzy Gillespie, fino a una rilettura di "Come together" dei Beatles. Segue Brunori Sas, che regge bene uno degli slot più difficoltosi del concertone di Piazza San Giovanni, quello che - di fatto - chiude la seconda serata: ancora fresco come quando, qualche anno fa, calcava la ribalte più ridotte dei club, Dario e i suoi riescono ad assemblare un set coinvolgente senza mai andare sopra le righe, infilando in successione "Mambo reazionario", "Le quattro volte" e "Rosa". Buono il sound e l'amalgama, nonostante un impianto elettro-acustico non semplice da far rendere su palchi del genere: anche il cantautore cosentino lascia piazza San Giovanni a testa alta. Nino Frassica e i Los Plaggers occupano le ultime battute con un medley-tourbillon che spazia da "Siamo donne" al traditional "Ciuri ciuri", passando per Zucchero, i "I watussi" di Vianello e "Giro giro tondo", riservandosi - nelle ultimissime battute, prima della chiusura di Alberto Bertoli con le cover del padre Pierangelo "Eppure soffia" e "A muso duro", e "Come un uomo" - un angolo serio recitando in siciliano la poesia di Ignazio Buttitta “La straggi di Purtedda di la jnestra”.  

Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.