Usa, anche Spotify (con Sprint) promuove lo streaming 'per famiglie'

Le anticipazioni pubblicate dal sito Re/Code si sono rivelate fondate, e Spotify è effettivamente pronta a lanciare la sua controffensiva, sul mercato statunitense, nel campo del mobile streaming: la società svedese si è alleata a Sprint, il terzo operatore di telefonia mobile del Paese, per offrire un servizio musicale incluso in "pacchetti famiglie" che riducono l'abbonamento mensile fino a 4,99 dollari al mese (più in dettaglio, le unità familiari fino a 5 persone potranno accedere all'offerta premium di Spotify gratuitamente per i primi sei mesi e a 7,99 dollari per i successivi diciotto; quelle che comprendono da 6 a 10 persone potranno accedervi a 4,99 dollari, mentre i singoli clienti, dopo i primi tre mesi gratuiti, pagheranno la tariffa standard di 9,99 dollari).

L'iniziativa ricalca quella lanciata a gennaio da Beats Music e AT&T (comunque più cara) ed è già stata definita da Daniel Ek, amministratore delegato di Spotify, "l'accordo più importante che abbiamo mai fatto". Negli Stati Uniti la Web company scandinava conta su 2 milioni circa di abbonati, ma deve ancora incidere in profondità sul pubblico mainstream: ciò che potrebbe accadere grazie a un'offerta conveniente incorporata in piani tariffari preesistenti e con l'aiuto delle massicce campagne di marketing e pubblicità che Sprint è in grado di allestire.

La telco, da parte sua, conta negli Stati Uniti su 54 milioni di abbonati e in simultanea all'accordo con Spotify ha lanciato un nuovo smartphone, l'HTC One, che incorpora una nuova tecnologia audio ("Clari-Fi") sviluppata da Harmon/Kardon.

Music Biz Cafe, parla Andrea Rosi (Sony Music Italy)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.