Sony-BMG, i documenti del 'merger' sul tavolo dei commissari europei

Sony-BMG, i documenti del 'merger' sul tavolo dei commissari europei
Il progetto di fusione tra Sony Music e BMG (redatto dalle rispettive capogruppo, Sony Corp. e Bertelsmann), è arrivato sui tavoli dei controllori antitrust della Commissione Europea. L'ufficio di Mario Monti, che negli ultimi tre anni ha già bloccato due “merger” tra aziende musicali (Warner-EMI e EMI-BMG), ha ora quattro settimane circa di tempo per apporre il suo sigillo all'operazione, o decidere al contrario di avviare un'istruttoria più approfondita che potrebbe durare diversi mesi.
Tra gli osservatori continua a prevalere la tesi secondo cui, questa volta, il “merger” verrà autorizzato, generando una realtà imprenditoriale seconda solo a Universal in termini di quota di mercato: stanti le condizioni critiche del mercato discografico, le autorità antitrust sarebbero propense a consentire un consolidamento tra aziende del settore che consentirebbe alle imprese di ridurre i costi e recuperare efficienza.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.