Yayo, l’amico di 50 Cent, è stato scarcerato. Gli regalano subito una casa

Yayo, l’amico di 50 Cent, è stato scarcerato. Gli regalano subito una casa
Tony Yayo, amico di 50 Cent e fondatore dei G-Unit del rapper, è stato rilasciato dopo poco più di un anno di detenzione. Il musicista era entrato in una prigione di New York nel dicembre 2002 in seguito ad una sentenza che lo aveva riconosciuto colpevole di possesso illegale di armi da fuoco. In un’intervista telefonica rilasciata dal carcere, pochi mesi fa Tony aveva detto: “50 Cent lo conosco da quando eravamo piccoli. Lui e Banks li conosco da tutta la vita, abitavamo a poca distanza l’uno dall’altro, eravamo come una famiglia. Vendevamo droga tutti insieme nella stessa zona”. DJ Whoo Kid dei G-Unit ha riferito all’emittente radiofonica Hot 97 WQHT-FM di New York che Yayo, poco dopo la scarcerazione, è stato festeggiato con un party nel corso del quale gli è stata regalata una nuova casa. Già che c’erano, i suoi amici hanno deciso di regalargli anche una nuova auto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.