Concerti, Libertines: in scaletta a Hyde Park (forse) anche materiale inedito

Concerti, Libertines: in scaletta a Hyde Park (forse) anche materiale inedito

Potrebbe esserci una radicale differenza tra la reunion che i Libertines effettuarono nel 2010 - e concretizzatasi in una doppia apparizione ai festival gemelli di Reading e Leeds - e quella che avrà come teatro, il prossimo 5 luglio, Hyde Park, il grande polmone verde nel centro di Londra che nel passato recente ha ospitato memorabili esibizioni di Rolling Stones, Blur e Bruce Springsteen: se la rimpatriata di quattro anni fa restò tutto sommato limitata ai palchi, quella in programma per la prossima estate (confermata in via ufficiale nel corso dello scorso fine settimana  e già oggetto di polemiche) potrebbe segnare anche il ritorno all'attività discografica per il gruppo segnalatosi all'attenzione della critica internazionale nel 2002 con l'album di debutto "Up the bracket".



Per il momento il condizionale è d'obbligo, perché le dichiarazioni del co-leader (insieme a Pete Doherty, nella foto a sinistra) del gruppo Carl Barat (a destra) pubblicate oggi dall'Indipendent non parlano né di etichette né tantomeno di pubblicazioni, ma semplicemente di materiale inedito. Materiale inedito che potrebbe debuttare proprio il 5 luglio sulle assi di Hyde Park. "Io e Pete siamo fratelli", ha spiegato Barat a proposito della turbolenta relazione umana e professionale con il compagno di gruppo: "Settimana prossima ci vedremo e tireremo fuori le chitarre: la speranza è quella di mettere insieme qualche canzone nuova per il concerto a Hyde Park".

Seppur molto diplomaticamente, Barat ha voluto accennare anche all'aspetto finanziario della reunion, decisamente non secondario vista la congiuntura generale e le attività intraprese dagli elementi della formazione una volta congelata la sigla Libertines: "Per i gruppi questi sono tempi duri per sbarcare il lunario", ha chiarito il cantante e chitarrista, "Per i musicisti è un casino. I banchieri della City e i calciatori guadagnano centinaia di miglialia di sterline alla settimana, ma un concerto come questo per noi è un'occasione singola. E ci pagheremo anche le tasse".

Se effettivamente Doherty e Barat dovessero partorire nuove composizioni, l'eventuale nuova pubblicazione di materiale inedito registrato in studio seguirebbe l'ultima prova in sala di ripresa della band, l'omonimo album pubblicato nel 2004 al quale seguì - circa un anno dopo la prima separazione - l'EP "What became of the likely lads", pubblicato solo sul mercato americano con versione alternative e dal vivo di brani già pubblicati in precedenza.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.